Lunedì 02 Febbraio 2009

Moto elettriche
scommessa da città

«Elettra» ed «Evo»: si chiamano così i ciclomotori a trazione elettrica prodotti da Italiainmoto, un'azienda di Osio Sopra che ha deciso di puntare sulla mobilità sostenibile. E sul mercato bergamasco: da poco ha una concessionaria esclusiva per Bergamo e Provincia (Auto In, a Bergamo in via Correnti 41/43) cui faranno riferimento diversi rivenditori già operanti sul territorio.
«Ci siamo impegnati - spiega Giuseppe Buonaguro, titolare con il fratello Paolo dell'azienda di Osio - a garantire circa 200 ciclomotori al mese per la Bergamasca. La risposta della clientela per adesso è buona, soprattutto nelle zone, come la Lombardia, dove ci sono incentivi regionali per passare all'elettrico. La scommessa da vincere, però, è quella di promuovere una cultura della mobilità sostenibile e occorre anche far conoscere i vantaggi anche economici di un ciclomotore a batteria».
Già, i vantaggi: anzitutto per l'acquisto, con la possibilità di accedere a incentivi sostanziosi, poi per i costi ridottissimi di ricarica e dunque di consumo, poi l'esenzione dal bollo, la riduzione sull'assicurazione... insomma, elettrico conviene. Sul versante delle prestazioni le tecnologie degli ultimi anni hanno permesso di diminuire il gap tra elettrico e motore a scoppio. Elettra ed Evo raggiungono velocità massime tra i 45 e i 75 km/h a seconda delle versioni, con autonomie di percorrenza dai 45 ai 150 chilometri, a conferma di una spiccata vocazione cittadina.
Elettra somiglia un po' a una Vespa, Evo, invece, ha un look più sportivo. Entrambi ormai sul mercato dalla metà del 2008 vengono proposti in due versioni: 1500 o 2500 watt, immatricolabili come se fossero un 50 o un 125 di cilindrata. I ciclomotori vengono progettati e assemblati a Osio Sopra, ma i pezzi provengono sostanzialmente dall'estero: motori e parti elettroniche dall'India, mentre la componentistica, o,tre che dall'Italia, arriva dalla Cina.
Per informazioni si può consultare il sito http://www.italiainmoto.it   

a.campoleoni

© riproduzione riservata

Tags