Pilsen va a tutta birra E’ capitale della cultura

Pilsen va a tutta birra
E’ capitale della cultura

Pilsen (Plzeň, Repubblica Ceca) è una delle capitali della cultura del 2015 . L’altra è Mons in Belgio. Quando si parla della cittadina ceca il rimando è necessariamente alle bionde, intese come birre.

Tutto ebbe inizio nel 1842, quando, per la prima volta, nel Birrificio Borghese (l‘attuale Prazdroj di Pilsen) venne spillata una birra dall’inconfondibile colore e sapore, la Pilsner Urquell. A Pilsen si può assaggiare l‘ottima birra del posto nella più grande birreria della Repubblica ceca, il Ristorante Na Spilce, che si trova negli spazi dell’ex cantina di fermentazione.


La dominante della città è però la Cattedrale di S. Bartolomeo, con il più alto campanile del Paese. Dalla torre campanaria si gode di un‘ottima vista sul centro storico e sui colli coperti di boschi del bassopiano di Pilsen. La forte comunità ebraica fece qui erigere nel 1893, La sinagoga Grande, la terza più grande al mondo. L‘importanza della città di Pilsen é dimostrata anche dalla ottenuta vittoria del titolo di Capitale della Cultura Europea per l‘anno 2015.

Per conoscere la storia della birra Pilsner Urquell, tappa d’obbligo la visita al birrificio di fama mondiale, che ha dato al mondo la birra del tipo Pils. La mostra spiega la procedura della cottura dell‘originale birra di Pilsen. Una vera squisitezza sarà l‘assaggio della birra di Pilsen, filtrata e non filtrata, direttamente dai tini. Altra visita al Museo del birrificio, dove si può vedere vedere la malteria gotica, con il pozzo, le cantine a due piani e gli spazi dell’ex mescita e centinaia di reperti che documentano la storia della cottura della birra, dal medioevo ai giorni nostri.

Plzeň

Plzeň

Nella città di Plzeň si trova poi un labirinto di corridoi, cantine e pozzi sotterranei scavati nel ‘300 sotto il lastricato cittadino. La città sotterranea aveva un importante compito: quello di conservare al fresco gli alimenti ed ospitare alcuni laboratori artigianali, distillerie e malterie. Da vedere ci sono anche molti impianti tecnici: cunicoli di acque reflue, canalizzazione e pozzi. Durante la visita scoprirete la vita quotidiana della città medievale. Alla fine della visita i visitatori maggiori di 18 anni riceveranno un omaggio curioso – una moneta con la quale potranno pagare, in certi ristoranti, la degustazione di una speciale birra, la “Master”, che rappresenta una via di mezzo tra la chiara e scura.

Info www.czechtourism.com


© RIPRODUZIONE RISERVATA