Lunedì 18 Luglio 2011

Fino al 23 luglio l'Ambria Festival
una maratona di musica live

Giunto alla nona edizione, l'Ambria Music Festival - che ha aperto giovedì 14 luglio i battenti per proporre musica dal vivo - proseguirà fino a sabato 23 luglio, come sempre al campo sportivo della frazione di Zogno. L'apertura della prima serata è stata affidata ai bergamaschi Nena & the Superyeahs, formazione che si sta facendo strada nel panorama nazionale grazie ad una gradevole miscela di pop, rock ed elettronica da dancefloor.

Nel breve volgere di cinque anni la band ha partecipato con ottimi risultati ad una miriade di concorsi, cominciando a produrre una serie di singoli e l'album d'esordio «Electric Lane», che li hanno portati in tour sia in Italia che all'estero. Prima di loro ascolteremo il quartetto dei Phinx, da Bassano del Grappa, anch'essi autori di un miscuglio di generi e suoni che vanno dal post-grunge all'elettropop passando per la dance, come si evince dall'ascolto del loro debutto discografico «Login».

Venerdì 15, la seconda serata ha parlato il linguaggio giamaicano del reggae e del dub con i bergamaschi Realize e, in apertura, con i friulani Mellow Mood. Sabato 16, invece, tre band si sono avvicendati sul palco brembano: i Last Fight suonano un rock dalle forti tendenze stoner e sono fra le più interessanti promesse del panorama bergamasco, i Waines si stanno facendo conoscere e i Lombroso sono invece alla guida di quel manipolo di formazioni in duo che sulla scia di White Stripes & Co. hanno invaso il panorama indipendente italiano; composti dall'ex-violinista degli Afterhours Dario Ciffo e dal batterista Agostino Nascimbeni sono giunti con «Una vita non mi basta» al terzo lavoro discografico.

A chiudere il primo dei due weekend occupati dalla manifestazione è stata una giornata interamente dedicata ai gruppi emergenti bergamaschi e ai vincitori del contest della rassegna dell'anno scorso: Road Of Kicks e Blot.

Le ostilità riprenderanno mercoledì 20 luglio con il momento clou del festival. Arriva infatti Gentleman, cantante tedesco che si mantiene da anni ai vertici della scena reggae europea, aderendo ai principi morali di tolleranza, fratellanza e consapevolezza vicini alla filosofia «rastafariana» professata dai colleghi e ispiratori giamaicani, espressa con buon successo tanto negli album di maggiore riscontro «Journey to Jah» e «Confidence» come nell'ultimo «Diversity».

Due fra le più apprezzate formazioni in duo della Penisola occuperanno la serata di giovedì 21. I Marta Sui Tubi dei marsalesi trapiantati a Bologna Giovanni Gulino e Carmelo Pipitone sono nei programmi di buona parte delle rassegne estive per presentare il quarto cd «Carne con gli occhi». La premiata ditta Ghezzi & Perucchini costituisce invece i Sakee Sed, una delle realtà che si stanno facendo largo con forza nella scena italiana grazie all'album «Alle basi della Roncola» e al nuovissimo «Bacco ep». Nell'occasione del quarantennale della scomparsa di Jim Morrison, gli organizzatori non potevano non invitare per la seconda volta la tribute band austriaca The Doors Experience, che sarà preceduta sul palco dall'omaggio a Janis Joplin dei fiorentini The Rose.

La festa chiuderà i battenti sabato 23 luglio con un altro tributo internazionale, questa volta alla storica band di Jimmy Page e Robert Plant: i Letz Zep. Concerti ore 21, ingresso libero.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata