Martedì 03 Gennaio 2012

Cinema, un anno tutto da ridere
con Benvenuti al Nord e Verdone

Crisi dei cinepanettoni? Nessuna meraviglia. L'Italia cinematografica del 2012 sarà in commedia tutto l'anno, proprio come nel 2011, per una stagione tutta da ridere. Un dato su tutti: i maggiori quindici incassi del 2011 sono commedie e, sempre questo genere, rappresenta il 90% dei 250 milioni di incasso di quest'anno.

Ma ci sono ovviamente alcune eccezioni come due film politico-esplosivi: quello di Daniele Vicari, La Diaz (sul G8 di Genova) e quello di Marco Tullio Giordana, Il romanzo di una strage (sull'inestricabile mistero delle bombe di piazza Fontana).

Già il 4 gennaio c'è Immaturi - Il viaggio, ovvero il ritorno dei sette compagni di liceo verso l'isola di Paros, ma accompagnati da compagne, genitori e figli. Il tutto anche per cercare di replicare il successo al botteghino (avevano incassato 15 milioni).

C'è poi Benvenuti al Nord: ancora Luca Miniero dietro la macchina da presa per portare gli stessi protagonisti dall'altra parte d'Italia. Ancora risate doc sono quelle firmate poi da Carlo Verdone in Posti in piedi in paradiso, ovvero la storia tragicomica della convivenza forzata di tre uomini, non più giovani, lasciati dalle rispettive mogli. Attenzione: nel film (in sala dal 24 febbraio), c'è Paolo Verdone, figlio di Carlo, nei panni del figlio di Marco Giallini. Sempre a febbraio ci sarà Fausto Brizzi con Come è bello fare l'amore con Fabio De Luigi, Claudia Gerini, Filippo Timi.

Leggi di più su L'Eco di martedì 3 gennaio


m.sanfilippo

© riproduzione riservata

Tags