Festival di Sanremo: cinque serate al via Torna sul palco anche la Hunziker
Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino (Foto by ANSA)

Festival di Sanremo: cinque serate al via
Torna sul palco anche la Hunziker

Da martedì 5 febbraio a sabato 9 torna il Festival di Sanremo. Ventiquattro cantanti in gara e grandi ospiti da Bocelli a Eros Ramazzotti: il programma e i vincitori dal 1951 a oggi.

Ci siamo: domani, martedì 5 febbraio, torna il Festival di Sanremo, con una conferma, la guida di Claudio Baglioni e molte novità. Ad accompagnare il conduttore e cantante ci saranno Virginia Raffaele e Claudio Bisio, mentre il Dopofestival è affidato a Rocco Papaleo. In tutto saranno 24 i cantanti in gara per una kermesse canora giunta alla 69esima edizione e che si chiuderà sabato 9 febbraio con la finalissima.

I cantanti in gara

Quest’anno la gara delle famigerate nuove proposte di Sanremo 2019 non si è svolta come sempre in concomitanza con la gara dei big, ma prima. Sanremo Giovani 2019 è andato in onda il 20 e 21 dicembre 2018 dal Teatro del Casinò di Sanremo con la conduzione di Pippo Baudo e Fabio Rovazzi. I cantanti in gara si sono sfidati in una serie di puntate dedicate solo a loro e, i due vincitori, saliranno di diritto tra i big del Festival di Sanremo 2019, sfidandosi con i grandi nomi della musica italiana. Ecco i nomi dei cantanti e delle canzoni che si sfideranno sul palco dell’Ariston: Nino D’Angelo e Livio Cori – Un’altra luce; Enrico Nigiotti – Nonno Hollywood; Francesco Renga – Aspetto che Torni; Boomdabash – Per un milione; Achille Lauro – Rolls Royce; Arisa – Mi sento Bene; Ex Otago – Solo una canzone; Daniele Silvestri – Argento Vivo; Negrita – I ragazzi stanno bene; Patty Pravo con Briga – Un po’ come la vita; Federica Carta e Shade – Senza Farlo Apposta; Paola Turci – L’ultimo Ostacolo; Simone Cristicchi – Abbi cura di me; Zen Circus – L’amore è una dittatura; Anna Tatangelo – Le nostre anime di notte; Loredana Bertè – Cosa ti aspetti da me; Irama – La ragazzo con il cuore di latta; Ultimo – I tuoi particolare; Nek – Mi farò trovare pronto; Motta – Dov’è l’Italia; Il Volo – Musica che Resta; Ghemon – Rose Viola.

Virginia Raffaele, nuova conduttrice con Baglioni e Bisio

Virginia Raffaele, nuova conduttrice con Baglioni e Bisio

Il programma delle cinque serate

Nella prima serata, martedì 5 febbraio, tutti i 24 big in gara si esibiscono con la loro canzone. La loro interpretazione viene subito giudicata e votata dal Televoto (vale il 40% del totale della valutazione), dalla Giuria demoscopica (30%) e dalla Sala stampa (30%). Nella seconda serata (mercoledì 6 febbraio), invece, i cantanti in gara si dividono e soltanto i primi 12 si esibiscono nella loro canzone. Si torna ovviamente a votare le canzoni, con le stesse modalità della prima sera: Televoto (40%), Giuria demoscopica (30%) e Sala stampa (30%). Giovedì 7 febbraio il pubblico prosegue nell’ascolto degli altri 12 brani in gara, ancora con le stesse modalità di voto.

La quarta serata (venerdì 8 febbraio) è quella dedicata ai duetti. Ciascun artista in gara interpreta il suo brano, con un nuovo arrangiamento, assieme a un ospite. Nel venerdì sera di Sanremo cambia anche la modalità di voto: il Televoto pesa il 50%, la Sala stampa il 30% e subentra poi la Giuria d’Onore, con il 20%. Non vota più, dunque, la demoscopica. Viene poi aggiornata la classifica tra i brani, aggiornandola con la media dell’ultima serata. Infine, c’è spazio per un premio speciale al duetto con ospite più votato. Nella serata finale (sabato 9 febbraio), sempre su Rai 1, tutti gli artisti in gara tornano a cantare la loro canzone per l’ultima volta nel Festival 2019. Al termine delle interpretazioni, viene stilata una nuova classifica aggiornata, basandosi sulle medie voto di tutte le puntate.

Gli ospiti

Grande attesa anche per gli ospiti di questa edizione: ultimissima notizia la presenza di Riccardo Cocciante nella terza serata. Ci sarà poi Andrea Bocelli, che festeggia 25 anni dalla vittoria tra le Nuove Proposte con «Il mare calmo della sera», insieme al figlio Matteo, e Giorgia, per la serata di apertura del festival di Sanremo; Marco Mengoni con Tom Walker, mercoledì; Fiorella Mannoia, Alessandra Amoroso, Antonello Venditti sul palco dell’Ariston giovedì; Luciano Ligabue e il duo Raf-Umberto Tozzi per venerdì, serata già densa di duetti con i 24 artisti in gara che si esibiscono in una versione rivisitata del brano con ospitate di lusso. Sabato, per il gran finale, sono attesi Eros Ramazzotti con Luis Fonsi, ed Elisa. Rimane l’interrogativo se Ariana Grande ci sarà o meno.

Nutrita tra gli ospiti anche la schiera dei non-cantanti. All’Ariston torneranno nella seconda serata Pierfrancesco Favino e Michelle Hunziker (conduttori dell’edizione 2018), dopo il trionfo dell’anno scorso. La showgirl svizzera sarà protagonista di uno sketch con Claudio Bisio, padrone di casa insieme a Virginia Raffaele. Si affacceranno anche Pippo Baudo e Fabio Rovazzi, nelle vesti di «padrini» dei due vincitori di Sanremo Giovani, Einar e Mahmmod, che hanno conquistato di diritto un posto tra i Big che, in un’unica categoria, si sfideranno per la vittoria. Ci sarà anche Claudio Santamaria, componente per una serata di quel «quartetto Cetra» con gli altri tre conduttori evocato da Baglioni. Tra gli omaggi, un posto d’onore spetterà a Mia Martini: l’occasione sarà il lancio della fiction Io sono Mia, interpretata da Serena Rossi, che probabilmente canterà Almeno tu nell’universo. Performance canora in vista anche per Michele Riondino e Laura Chiatti, sulle note di Lucio Battisti e di Un’avventura, titolo del loro nuovo film in uscita il 14 febbraio. L’uscita de I Villeggianti (film presentato a Venezia), prevista per il 28 febbraio, porterà - giovedì sera - in Riviera anche le due Valeria: Golino e Bruni Tedeschi, che sul grande schermo si scatenano sulle note di Ma che freddo fa di Nada. Chissà che le due attrici non replichino anche all’Ariston.


© RIPRODUZIONE RISERVATA