Giovedì 14 Agosto 2014

Popolare di Bergamo, torna Art Up

In banca il lavoro grafico di Bartolini

Un'opera di Bartolini, in esposizione alla Banca Popolare per il progetto Art Up

Banca Popolare di Bergamo promuove il progetto «Art Up», un’iniziativa culturale finalizzata alla conoscenza del proprio patrimonio artistico. Ogni mese, un’opera d’arte diversa facente parte della collezione della Banca, verrà esposta al pubblico nell’atrio della Sede Centrale di Piazza Vittorio Veneto 8.

Non una semplice presentazione, ma un vero e proprio «invito» alla lettura e alla fruizione tramite schede storico-critiche illustrate e collezionabili, realizzate per l’occasione dallo storico dell’arte Enrico De Pascale, curatore responsabile della collezione.

Con il progetto vengono così rese visibili opere d’arte antica e contemporanea normalmente «inaccessibili» perché ubicate negli uffici, nelle filiali, nei caveaux della Banca.

La collezione d’arte della Banca, che assomma diverse centinaia di opere di età compresa tra il XIV e il XXI secolo (dipinti, sculture, disegni, fotografie, stampe, ecc.), si è formata nel corso di quasi centocinquant’anni, intrecciando le proprie vicende con quelle della Banca stessa, fondata nel lontano 1869. Una raccolta ampia e variegata capace di coniugare l’attenzione per la produzione artistica locale e nazionale - da Baschenis a Fra’ Galgario, da Piccio a Manzù, da Ghirri a Boetti - con l’interesse per le proposte più sperimentali della scena internazionale: da Kapoor a Buren, da Armleder a Gillick, da Halley a Yan Pei Ming. Una varietà di opzioni linguistiche ed espressive che è frutto di precise scelte collezionistiche orientate a rappresentare al meglio il complesso e articolato panorama della cultura artistica passata e contemporanea.

«Dal 18 agosto, sino al 12 settembre prossimo, prende avvio l’ottavo appuntamento del progetto Art Up - dichiara Osvaldo Ranica, direttore Generale di Banca Popolare di Bergamo – con l’esposizione del lavoro grafico di Massimo Bartolini (Cecina 1962), artista di punta nel panorama italiano. L’iniziativa vuole essere un invito ai nostri clienti e a tutti gli appassionati d’arte per conoscere da vicino le opere, in questo caso di arte contemporanea, della collezione della nostra Banca. Auguro a tutti una buona visione ed una altrettanto buona lettura».

© riproduzione riservata