Candelaria Romero: «Narrare storie è raccontarsi, ascoltare gli altri e coltivare la pace»

L’intervista Di origini argentine , è a Bergamo da 30 anni ed è sempre in giro per il territorio con le sue narrazioni, i volontari delle biblioteche e un mondo di storie e di teatro ricco di fascino. E di relazioni.

05:04

Si definisce teatrante, ma è anche regista, autrice e narratrice. Candelaria Romero si racconta a L’Eco di Bergamo Incontra: «Narrare - spiega - significa relazionarsi, entrare nei panni degli altri: abbiamo delle storie che ci appartengono e appartengono un po’ a tutti e narrare significa coltivare il dialogo, l’ascolto: significa coltivare la pace».

© RIPRODUZIONE RISERVATA