Mercoledì 24 Febbraio 2010

Guide: la Polonia
di Roberto Polce

È nel cuore dell'Europa, eppure è un Paese nonostante tutto ancora poco conosciuto. Parliamo della Polonia, terra con una cultura a noi molto vicina, di chiara impronta cattolica, al crocevia fra Oriente e Occidente, Settentrione e Meridione del nostro continente. D accompagnarci nella scoperta di questo grande Paese provvede la nuovissima guida ”Polonia”, firmata da Roberto M. Polce, caporedattore di “Vie dell'Est” e profondo conoscitore del Paese e della sua cultura, per le edizioni Morellini. Il volume, presentato recentemente alla libreria Feltrinelli di Milano, ci prende per mano e ci accompagna passo passo nella mentalità, negli usi e atteggiamenti dei polacchi, prima ancora che tra piazze e monumenti.

Fra aneddoti ed esempi del tipico senso dell'umorismo polacco, la guida di Polce aiuta infatti a districarsi con freschezza fra la mentalità, le tradizioni, le abitudini, la storia e la realtà di ogni giorno di un popolo “così lontano, così vicino”. “È una guida-non-guida – sottolinea Malgorzata Furdal, direttrice dell'Ente Nazionale Polacco per il Turismo – in cui trovo molto azzeccata l'idea di parlare al viaggiatore più che al turista. Polce, grazie a una frequentazione trentennale della Polonia, sa cogliere mentalità e atteggiamenti dei polacchi in modo sorprendente, sorprendente anche per gli stessi polacchi”. “Il libro è una bella cassetta degli attrezzi – aggiunge Gian Piero Piretto, docente di cultura russa all'Università Statale di Milano. – Offre degli strumenti al viaggiatore, lo mette nelle condizioni migliori per partire alla scoperta di una cultura altra grazie anche a consigli pratici sulla lingua, perfino gergale, utilizzata dai polacchi tutti i giorni”.

La guida dà suggerimenti su come comportarsi se siamo invitati a casa o alle riunioni d'affari, quali argomenti è meglio non toccare in un incontro conviviale e, non ultimo, come bere la celebre vodka polacca, elemento imprescindibile, molto presente nell'arte e nella letteratura non solo della Polonia ma di diversi paesi slavi. “Capisco la grande fascinazione di Roberto Polce per la Polonia – segnala Andrea Battaglini, fotografo e giornalista – uno dei più bei paesi della Mitteleuropa, dove c'è molto altro da scoprire oltre alla celebratissima Cracovia, salotto tra i più affascinanti dell'Europa Centrale. Bastino gli esempi di due città di grande suggestione e ricchezza culturale come Lodz e Wroclaw, che noi italiani conosciamo come Breslavia”. “I polacchi – sottolinea Battaglini – hanno un grande senso dell'autoironia, tratto che impregna le pagine del libro, rendendolo lieve e godibile. Un altro punto di forza di questa guida – ha aggiunto – è il suo non essere rassicurante per forza nei confronti del viaggiatore. Lo prende per mano, sì, ma per metterlo di fronte a una cultura altra e gli ricorda che il viaggio è solo suo e gli riserverà di certo scoperte e particolari inattesi”.

Roberto M. Polce - Polonia - Morellini Editore - pp. 167 euro 11,90

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags