Domani

Regia: Cyril Dion, Melanie Laurent

Genere: Documentario

Anno: 2015

Con: Cyril Dion, Melanie Laurent, Pierre Rabhi

Il clima sta cambiando. Invece di mostrare tutto il peggio che può accadere, questo documentario propone un viaggio che attraversa Europa (Germania, Francia, Svezia, Inghilterra, Svizzera e Finlandia), Stati Uniti (Detroit, San Francisco, Oakland e New York), India e Rèunion alla ricerca delle soluzioni che dimostrino che un "domani migliore" è una possibilità reale, a partire dagli esperimenti più riusciti nei campi dell’agricoltura, energia, urbanistica, economia, democrazia e istruzione. L'attrice Mélanie Laurent (qui alla sua terza regia di un lungometraggio) e Cyril Dion (al suo esordio in cabina di regia) portano sul grande schermo una spinta ottimista al cambiamento. Il film racconta una storia che edificante: la storia di quegli uomini e quelle donne che si sono uniti per costruire un mondo migliore. Tra la rivoluzione delle monete aperte, i sistemi di produzione agricola che non ricorrono a petrolio o meccanizzazione, le regioni capaci di produrre più energia rinnovabile di quanta ne consumino, i modelli di amministrazione che consentono ai cittadini di partecipare alla stesura della costituzione del loro Paese, i due registi scoprono la difficoltà di promuovere e implementare questi sistemi altamente efficienti e incontrano gruppi di persone che sono riusciti a farlo superando gli ostacoli. Pian piano si giunge alla consapevolezza cambiare il modello agricolo significa cambiare il modello energetico; cambiare il modello energetico significa necessariamente ripensare la gestione del territorio; riorganizzare il territorio presuppone una revisione dei nostri modelli economici; cambiare l’economia significa cambiare gli esseri umani, e quindi il sistema scolastico va completamente trasformato.