La douleur

Regia: Emmanuel Finkiel

Genere: Drammatico

Anno: 2017

Con: Melanie Thierry, Benot Magimel, Benjamin Biolay, Grégoire Leprince-Ringuet, Emmanuel Bourdieu, Patrick Lizana

Il diario di una donna che attende il ritorno del marito dai campi di concentramento, il suo viaggio intimo di una donna che attraversa la violenza della storia e dei sentimenti, perché l'uomo che ama potrebbe tornare o non tornare più. 1944. Nella Francia occupata dai nazisti Marguerite, scrittrice trantaduenne, è membro della Resistenza insieme a suo marito, Robert Antelme. Quando Robert viene deportato dalla Gestapo, la donna intraprende una disperata battaglia pur di salvarlo, instaurando una pericolosa relazione con uno dei collaboratori locali del Governo di Vichy e rischiando la vita per l'amato marito, facendo imprevedibili incontri in un sorta di gioco del gatto col topo. Tra incertezze e mosse rischiose, la fine della Guerra e il ritorno dei deportati dai campi di concentramento segnano per Marguerite l'inizio di un'attesa straziante nel caos generato dalla liberazione di Parigi. Due anni dopo "Non sono un bastardo" (2015) Emmanuel Finkiel porta sul grande schermo un film che mette al centro il tema dell'attesa. Tratto dal romanzo autobiografico di MargueriteDuras La douleur, scritto nel1944 ma poi pubblicato nel 1985, in cui descrive il periodo difficile che trascorse nellattesa del ritorno di suo marito Rober tAntelme, membro della Resistenza francese, vede impegnata nel ruolo della protagonista Mélanie Thierry.