Venerdì 04 Luglio 2014

Maradona è come la peste

La Fifa vuol bandirlo dagli stadi

DiegoMaradona in una foto d’archivio

La Fifa starebbe tentando in tutte le maniere di bloccare l'accesso di Diego Armando Maradona negli spazi riservati agli invitati d'onore negli stadi brasiliani. Lo sostiene «Folha de S.Paulo». L'ex «Pibe de Oro» anche recentemente non ha infatti risparmiato dure critiche all'indirizzo della Federcalcio internazionale.

La parola d'ordine, tra i dirigenti di Zurigo, è dunque di evitare come la peste l'idolo argentino, che però è stato visto circolare spesso nelle aree «vip» degli impianti dei Mondiali, grazie ad accrediti ricevuti da amici e ammiratori. Maradona - opinionista tecnico dell'emittente venezuelana Telesur - proprio nei giorni scorsi si era lamentato del trattamento sgarbato ricevuto dall'ente che governa il calcio mondiale.

A proposito di Argentina, nuova polemica anche sul fronte sicurezza: l'ultrà Pablo Alvarez - uno dei duemila «barras bravas» a cui è proibito entrare negli stadi - è riuscito ad aggirare i controlli e ad assistere al match tra l'Albiceleste e la Svizzera, martedì all'Itaquerao di San Paolo, travestendosi da tifoso elvetico. Lo ha confermato lui stesso pubblicando poi le foto su Facebook con toni da burla.

© riproduzione riservata