Lunedì 28 Dicembre 2009

Voucher per le imprese artigiane
Dalla Provincia 353 mila euro

La giunta provinciale, su proposta dell'assessore al Lavoro Enrico Zucchi e delle Attività produttive Giorgio Bonassoli, ha approvato nella riunione di lunedì 28 dicembre lo stanziamento di 353 mila euro per i voucher alle imprese artigiane e alle piccole e medie imprese della provincia. I voucher serviranno per consulenze specialistiche agli imprenditori del settore e per nuove tecnologie e nuove forme di organizzazione.

Nel dettaglio, il protocollo d’intesa tra Provincia di Bergamo e le associazioni di categoria delle imprese artigiane e di piccola dimensione bergamasche (Associazione artigiani, CNA, LIA E Unione Artigiani) prevede l’erogazione di voucher da utilizzare per fini formativi (2530 ore di consulenza specialistica) che avranno un impatto su 42 imprese locali. Tra gli obiettivi la diffusione di nuove modalità organizzative (es. aggregazione tra imprese per progetti comuni, innovazione tecnologica) e il miglioramento delle competenze manageriali e gestionali dei dirigenti. I destinatari sono imprenditori over 40, sia occupati che non occupati.

La metodologia individuata è quella dei “focus group” sul territorio, coinvolgendo direttamente le varie aziende artigiane. Il progetto poi verrà articolato nella selezione delle imprese, nella erogazione dei servizi di consulenza specifica, nel monitoraggio, nel controllo e nella divulgazione dei risultati da parte della Provincia. «Sono molto soddisfatto del progetto Voucher per la impresa artigiana e la piccola e media impresa - ha detto l’assessore al lavoro Enrico Zucchi - Un primo passo a cui ne seguiranno altri per sostenere le nostre imprese in questo delicato momento economico».

E’ stato inoltre deliberato di assegnare un contributo di 50 mila euro (di cui 8 mila dalla Regione) per la “Rassegna Ragazzi a Teatro 2009” ai plessi scolastici di Albino, Bonate Sopra, Clusone, Dalmine, Nembro, Ponteranica, Ponte San Pietro, Treviglio e Urgnano. L’obiettivo è quello di promuovere il teatro nei percorsi didattici delle scuole medie inferiori. «Continuiamo con una iniziativa cha da tempo sta portando a risultati positivi - ha sottolineato l’assessore alla Cultura Giovanni Milesi - A dimostrazione dell’attenzione al teatro della nostra provincia mi piace ricordare che gli abbonati al teatro Donizetti sono quasi il doppio rispetto alla media delle altre province».

In giunta si sono anche riviste le posizioni organizzative del personale provinciale, anche a seguito dei trasferimenti di competenza che ha creato la necessità di dotarsi di ulteriori professionalità. «Il primo che sarà operativo fin da subito sarà Roberto Antonelli, in mobilità dalla Provincia di Brescia, all’interno della Protezione civile - ha dichiarato il presidente Ettore Pirovano - Stante gli ottimi risultati del lavoro della protezione civile, anche nella recente emergenza neve, la Provincia vuole mettere in rete le proprie conoscenze confrontandosi con altre realtà per essere sempre più efficace».

Il Presidente ha poi commentato la lettera che le RSU gli hanno scritto riguardo alla modifica degli orari lavorativi del personale provinciale. «La Provincia sta valutando opportunità e modalità per distribuire i vari orari di apertura per essere al servizio dei cittadini. Valuteremo insieme con i dipendenti le eventuali modifiche ed in seguito, se ci saranno accordi da formalizzare, verranno effettuati con le rappresentanze sindacali. Si deve anche considerare che gli uffici decentrati, che saranno avviati nel mese di marzo, forniranno un servizio diretto con il territorio».

k.manenti

© riproduzione riservata