Lunedì 05 Settembre 2011

Piano territoriale di coordinamento
La Provincia snellisce le procedure

La Giunta provinciale nella seduta di lunedì 5 settembre, su proposta dell'assessore all'Agricoltura e Urbanistica Enrico Piccinelli, ha approvato una proposta che ridefinisce e aggiorna il percorso metodologico in relazione alla valutazione di compatibilità degli strumenti urbanistici comunali con il Ptcp (il Piano territoriale di coordinamentio provinciale).

Risparmiare tempo e ridurre i costi, questo in sostanza il senso delle modifiche che prevedono l'introduzione dell'istituto della “sospensione dei termini” per la conclusione del procedimento, in sostituzione dell'istituto dell' “interruzione dei termini”. In caso di verificata incompletezza e/o insufficienza della documentazione tecnico-amministrativa si provvede a sospendere il procedimento di valutazione di compatibilità senza azzerare i termini per la conclusione del procedimento. Pertanto nel computo dei termini previsti per legge si dovrà tener conto anche del periodo trascorso dalla data di presentazione della richiesta di compatibilità a dell'intervenuta sospensione e del successivo periodo che inizia a decorrere dalla data di presentazione della documentazione integrativa richiesta.

La decisione delle Giunta punta anche alla semplificazione della documentazione richiesta al Comune ai fini della valutazione di compatibilità e conseguente ottimizzazione della procedura. Ciò comporterà, quindi, anche una conseguente riduzione dei costi a carico dei Comuni poiché dovranno produrre una sola copia cartacea

a.ceresoli

© riproduzione riservata