Mercoledì 07 Dicembre 2011

Incastrato da un video su Youtube
Arrestato Leitner, re delle evasioni

Era evaso dal carcere di Bergamo nel 2004 e ora, dopo la nuova evasione,  è stato catturato vicino a Bolzano il «re delle evasioni» altoatesino Max Leitner. I carabinieri hanno reso noto i dettagli della sua cattura, avvenuta nella mattina verso le 7.50 in una casa a Vandoies (Vintl in tedesco). A incastrarlo è stato un video postato su Youtube, nel quale Leitner, berretto e cappuccio in testa, ringraziava gli utenti di Facebook per la loro solidarietà e nel quale chiedeva la grazia al presidente Giorgio Napolitano.

Circa cinquanta agenti - secondo la stampa altoatesina - sono stati impegnati nell'operazione, che ha portato anche all'arresto del proprietario della casa, preso mentre portava a spasso il cane. Cinque minuti dopo l'irruzione nel nascondiglio di Leitner, che dormiva sul divano, era disarmato e non ha opposto resistenza.

Leitner, divenuto noto tra il 1988 e il 2003 per numerose rapine a istituti di credito e furgoni portavalori nel nord Italia, ha approfittato di un permesso dalla prigione di Asti a fine ottobre per mettere a segno la sua quinta evasione. Nel caso è indagato anche il parroco della prigione, Don Ugo Bussolino, che avrebbe aiutato il detenuto.
La sua prima evasione risale al 1991: l'altoatesino allora scappò da un'auto della polizia di Innsbruck, anche se fu ritrovato poco dopo al confine italiano. L'anno successivo fuggì dal carcere di Bolzano. Dieci anni dopo uscì dall'istituto penitenziario di Padova con un permesso per non farvi ritorno.
Nel 2004 evase dal carcere di Bergamo assieme a un mafioso e riemerse poi in Marocco, dove fu arrestato ancora una volta nello stesso anno.
In seguito ai suoi reati era stato condannato a 25 anni di prigione, pena che doveva estinguersi nel 2019, ma è probabile che ora Leitner, attualmente detenuto nella caserma di Bressanone, dovrà rimanere in carcere più a lungo.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata