Mercoledì 28 Dicembre 2011

Scomparso dal 27 dicembre
L'appello della famiglia

A dare l'allarme sono i familiari che lo stanno cercando e che nella notte hanno fatto anche denuncia ai carabinieri di Bergamo. Il 27 dicembre  non ha fatto più ritorno a casa Giacomo Pietro Barbetta, nato a Torre de' Roveri. Cinquantatre anni, in buona salute, l'uomo è uscito di casa ad Albano Sant'Alessandro, dove vive, intorno alle 5.45: come ogni mattina si sarebbe dovuto dirigere a Longuelo, a Bergamo, dove lavora come muratore. Qui, intorno alle 6, avrebbe dovuto poi prendere il camioncino della ditta Colombi per dirigersi con alcuni compagni di lavoro a Milano.

Ma a Longuelo il signor Barbetta non è mai arrivato. Al momento di uscire di casa, indossava un maglione color nocciola e jeans da lavoro. Il figlio, che ci scrive per fare un appello a chi potrebbe incontrarlo o notarlo, descrive il padre con i capelli lunghi e brizzolati e gli occhiali. Nella sua auto, una Passat sw blu scusa, aveva un marsupio nero con il cellulare, un Motorola vecchio modello, oltre a uno zaino Invicta.

«Mio padre non ha problemi di salute - spiega il figlio - e nei giorni scorsi abbiamo festeggiato il Natale in serenità. Era allegro e scherzoso come sempre. Anche per Santo Stefano siamo stati in famiglia in tranquillità».

La famiglia di Giacomo Pietro Barbetta ha fatto denuncia ai carabinieri di Bergamo e invitano chi avesse informazioni a contattare i militari per qualsiasi segnalazione utile.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata