Venerdì 14 Giugno 2013

Brembate Sopra, resta grave
il motociclista ferito mercoledì

Restano molto gravi le condizioni del 41enne, I. M. di Ponte San Pietro, coinvolto in un incidente stradale mercoledì sera a Brembate Sopra. Nello scontro, avvenuto intorno alle 22,30 all'incrocio di via Locatelli con via Terzi di Sant'Agata (vicino alla Nolan), sono rimasti coinvolti il centauro di Ponte San Pietro che in sella alla sua Ducati Monster percorreva la via Locatelli da Brembate Sopra verso Ponte San Pietro, e una Renault Clio guidata da un 19enne di Ponte San Pietro che usciva da via Terzi di Sant'Agata.

L'urto tra i due mezzi è stato violento, la Ducati ha centrato la parte anteriore dell'auto e il motociclista è stato sbalzato dalla sua moto: dopo un volo di circa 30 metri è caduto rovinosamente a terra. Immediata la richiesta di soccorsi da parte degli automobilisti di passaggio e sul posto sono arrivate l'auto medicalizzata e l'ambulanza.

Il personale del 118 ha prestato le prime cure e l'uomo è stato trasportato in codice rosso al Papa Giovanni XXIII di Bergamo. L'uomo, con gravi ferite e traumi alla testa, è stato sottoposto agli esami ed è ricoverato in Rianimazione. Le sue condizioni sono apparse molto gravi, è in prognosi riservata. Il giovane automobilista della Renault Clio per qualche ora è rimasto in stato di choc. I rilievi sono stati eseguiti dai carabinieri della stazione di Ponte San Pietro con l'ausilio dei colleghi del nucleo radiomobile di Bergamo, che hanno regolato la viabilità su via Locatelli con la collaborazione degli agenti dell'istituto privato «Sorveglianza Italiana».

Per un tratto la strada è stata chiusa al traffico per permettere a 118, carabinieri e mezzi di soccorso e di pulizia del manto stradale di lavorare in sicurezza. I militari, oltre ad aver effettuato le misure, hanno sentito eventuali testimoni. La strada è stata riaperta verso mezzanotte, quando i mezzi di soccorso Nicoletti di Ponte San Pietro hanno rimosso i veicoli incidentati e il fondo stradale è stato reso percorribile dopo i lavori di pulizia eseguiti dal pronto intervento degli uomini dell'autofficina Carissimi di Carvico.

Remo Traina

a.ceresoli

© riproduzione riservata