Martedì 02 Luglio 2013

Meteo: sole ma senza gran caldo
Domina l'anticiclone delle Azzorre

«Nei prossimi giorni l'estate ci mostrerà il suo volto più piacevole, con sole prevalente, caldo senza eccessi e solo qualche breve break temporalesco». Lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega: «Scongiurata almeno per il momento la possibilità di roventi fiammate nord-africane, l'alta pressione delle Azzorre avrà campo libero e ci regalerà bel tempo fino a mercoledì, con temperature massime in genere comprese tra 27°C e 31°C su gran parte della Penisola; solo su Alpi e Appennini potrà scoppiare qualche acquazzone o temporale pomeridiano, mentre al mare il clima sarà reso ancor più piacevole dalle brezze marine».

Una fase estiva, dunque, più simile a quelle degli Anni ‘80 piuttosto che a quelle roventi degli anni 2000, che accontenterà sia gli amanti del sole e del mare, sia i soggetti sensibili al caldo intenso. «Tra giovedì e venerdì qualche temporale in più potrà interessare soprattutto i versanti orientali della Penisola - prosegue Ferrara - per l'arrivo di più freschi venti nord-atlantici, con fenomeni più probabili su Nordest, adriatiche ed Appennino, il tutto accompagnato da un calo delle temperature».

Ma il guasto meteo sarà di breve durata rassicura l'esperto: «Entro il prossimo weekend torna nuovamente l'anticiclone delle Azzorre, con bel tempo prevalente su gran parte dello Stivale; ancora qualche breve e locale temporale sarà comunque possibile su Alpi, Piemonte ed Appennino, specie meridionale, mentre sulle nostre spiagge dominerà il sole».

Le temperature torneranno ad aumentare, con punte di oltre 31-32°C sui versanti tirrenici, ma si tratterà di caldo secco e, quindi, più sopportabile. «Se il gran caldo è scongiurato sull'Italia, è invece davvero feroce da diversi giorni sugli Stati Uniti occidentali - concludono da 3bmeteo.com - con temperature da record: ben 54°C raggiunti nella Death Valley, 48°C a Phoenix, 46°C a Las Vegas, dove la temperatura si è mantenuta oltre i 30°C anche di notte!». Al caldo record si aggiungono gli incendi: devastata l'Arizona dove sono morti 19 vigili del fuoco.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata

Tags