Lunedì 26 Agosto 2013

Incidente del 12 agosto in A4
È morto anche lo zio di Giosuè

Anche Giovanni Boncordo non ce l'ha fatta. Lo zio del piccolo Giosuè e fratello di Antonella D'Amone è morto a causa delle gravi ferite riportate nell'incidente dello scorso 12 agosto, in A4.

L'uomo era ricoverato nel reparto di Rianimazione dell'ospedale di Bergamo e le sue condizioni era molto gravi. Domenica il decesso, proprio alla vigilia del funerale delle altre due vittime, in programma lunedì 26 alle 14 nella chiesa parrocchiale del Santissimo Redentore di Busto Arsizio.

Lunedì mattina 12 agosto la famiglia, assieme ad altri conoscenti e familiari che viaggiavano su due diverse auto dietro la Brava dove viaggiavano Antonella e i suoi familiari, erano partiti per una breve vacanza con due tappe: prima sarebbero passati da Padova, per fare una visita alla basilica di Sant'Antonio, alla quale l'intera famiglia è devota, e poi avrebbero raggiunto la riviera romagnola per qualche giorno al mare. La polizia stradale di Seriate ha avviato una serie di accertamenti per capire come mai l'auto, guidata da Giuseppe, figlio di Antonella di professione cameriere e tra l'altro neopatentato, abbia sbandato all'improvviso, finendo contro il guardrail laterale, proprio all'inizio di un cantiere stradale regolarmente segnalato.

La famiglia era già stata toccata dal dramma delle morti sulle strade: cinque anni fa Antonella aveva infatti perso due fratelli in un incidente stradale.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags