Venerdì 12 Giugno 2009

Al nuovo ospedale di Bergamo
divise dotate di microchip

Tutta la biancheria del nuovo ospedale di Bergamo, a differenza di quanto accade oggi ai Riuniti, sarà fornita e tenuta pulita da una ditta esterna, quella che che vincerà l’apposito appalto. La novità è illustrata nella nota bimestrale che l'azienda ospedaliera pubblica per informare sull'andamento dei lavori.

I criteri guida della nuova politica sulla biancheria (lenzuola, materassi, guanciali) e le divise e calzature di medici e personale sono improntati a innovazione, sicurezza e praticità. Ogni capo infatti sarà dotato di un microchip, per controllare il percorso e il numero di lavaggi di ogni singolo pezzo, e le divise pulite si ritireranno da un apposito distributore automatico, tramite la lettura del badge e la scelta del capo da un pannello touch-screen.

Tutti gli operatori dell’ospedale avranno una divisa e un cartellino diverso in base alla mansione svolta per facilitare la riconoscibilità da parte degli utenti.

La ditta che sarà incaricata per la biancheria si occuperà dell’intero ciclo del tessuto: dalla fornitura dei capi puliti alla raccolta di quelli sporchi, fino alla redistribuzione di quelli lavati e disinfettati. La biancheria, pulita e sporca, sarà trasportata in appositi carrelli grazie a un sistema automatico che una volta in reparto serviranno anche da armadi per i capi puliti di riserva. I contenitori che raccolgono le divise sporche registreranno la consegna del capo e attiveranno un credito per un capo analogo nei distributori.

L'ospedale dirà addio anche alle coperte di lana: saranno introdotte trapunte e copriletti colorati, anallergici e più adatti ai trattamenti di disinfezione.

La struttura
Le opere strutturali sono praticamente terminate, fatta eccezione per la «Casa dei frati» e l’eliporto, che vengono completati in queste settimane. Nelle torri, il lavoro degli operai si sta concentrando nelle camere di degenza: è in corso la tinteggiatura delle pareti, la posa delle porte interne e il montaggio delle testate dei letti.

Sempre all’interno delle torri, proseguono anche le attività di posa dei pavimenti e dei rivestimenti in pvc. Nel frattempo sulle passerelle montate sulle facciate delle torri, che consentono il passaggio del personale addetto alla manutenzione e alle pulizie, si stanno installando dei divisori vetrati di colore rosso che, grazie ai riflessi di luce che originano, daranno colore alle torri.

r.clemente

© riproduzione riservata