Venerdì 19 Giugno 2009

L'escursionista morto a Foppolo
al 1° giorno di cassa integrazione

Era al primo giorno di cassa integrazione l'escursionista di San Pellegrino trovato morto lungo le pendici del monte Toro, a Foppolo. Angelo Belotti, 54 anni, era un grande appassionato di montagna: appena poteva, al sabato e alla domenica, usciva per una escursione. Questa volta aveva anticipato l'arrampicata proprio perché l'azienda per la quale lavorava - a Brembilla - lo aveva messo in cassa integrazione.

Lo hanno trovato morto intorno alle 15 di oggi gli uomini del Soccorso Alpino che hanno sorvolato tutta la zona a bassa quota con l'elicottero della Guardia di finanza di Varese. Il suo corpo senza vita era sotto una cresta di roccia del monte Toro: secondo gli esperti Angelo Belotti è morto sul colpo precipitando da un'altezza di un centinaio di metri, colpendo più volte le rocce e riportando ferite e fratture multiple. 

Di lui i familiari non avevano più notizie da ieri, quando in serata avevano dato l'allarme: il 54enne aveva parcheggiato l'auto in località Rocky, a Foppolo, vicino al campo sportivo del paese. Gli uomini del Soccorso Alpino avevano subito iniziato le ricerche, proseguite anche questa mattina. Sposato, Angelo Belotti non aveva figli.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata