Lunedì 25 Febbraio 2008

Abitazione davastata dalle fiamme
Una famiglia sfollata a Carvico

È stato un pezzettino di legno incandescente uscito dal caminetto del salotto e finito sul divano a innescare in pochi istanti un vasto incendio in un appartamento di Carvico, in via Gagliarda, nel centro storico. Tanta paura, danni importanti al mobilio, abitazione dichiarata inagibile dai vigili del fuoco e una famiglia sfollata. La coppia, con 5 figli, che vive nell’appartamento è stata infatti costretta a lasciarlo e a trasferirsi a casa di parenti, a Terno d’Isola.
Il rogo è scoppiato ieri nel tardo pomeriggio, poco prima delle 19 e in casa c’era soltanto Nara Marotti, casalinga di 41 anni: la donna non è rimasta intossicata, ma è stata comunque trasportata al Pronto soccorso del policlinico di Ponte San Pietro per accertamenti. Il marito Angelo Bergamasco si trovava a casa di sua madre per prendere i bambini più piccoli. Anche i loro fratelli più grandi stavano trascorrendo la domenica pomeriggio fuori casa. I vigili del fuoco hanno dovuto lavorare oltre due ore per domare le fiamme e mettere in sicurezza l’abitazione, che si sviluppa su due piani, per un totale di circa 80 metri quadrati. Il rogo, partito dal salotto al pianterreno, ha infatti rapidamente raggiunto anche le stanze al primo piano, danneggiando tutto il mobilio.
Nara Marotti si è subito resa conto di quello che stava accadendo: poco prima delle 19 si trovava infatti in soggiorno a stirare, quando ha visto il pezzettino di legno saltare dal caminetto al vicino divano. La quarantunenne non ha nemmeno fatto in tempo a realizzare quanto stava accadendo che il divano era già avvolto dalle fiamme. Così si è messa a gridare ed è uscita dall’appartamento. È scattato l’allarme ai vigili del fuoco, mentre le fiamme si propagavano velocemente. Da Bergamo sono partite due squadre di vigili del fuoco che hanno dovuto lavorare a lungo per domare le fiamme e mettere in sicurezza l’abitazione.

(25/02/2008)

a.campoleoni

© riproduzione riservata