Mercoledì 29 Aprile 2009

Gazzaniga, nessun omicidio
L'uomo è morto per un malore

Nessun omicidio, ma solo un malore o una banale caduta in casa, battendo la testa sul pavimento della camera da letto. Sarebbero queste - anche se il magistrato ha disposto l'autopsia - le probabili cause della morte di Giovanni Colombi, il laureato in Legge di 75 anni trovato morto nella sua abitazione di via Briolini 19, nel centro di Gazzaniga, poco distante dalla chiesa parrocchiale, nel pomeriggio di mercoledì 29 aprile.

In un primo tempo si pensava che Giovanni Colombi fosse stato ucciso con un colpo alla testa, ma gli accertamenti compiuti successivamente dai carabinieri farebbero invece pensare ad un malore; peraltro già in passato l'uomo era stato vittima di cadute in casa.

Il sangue trovato sul pavimento, secondo gli inquirenti, sarebbe dovuto ad una probabile emorragia interna, forse innescatasi in seguito alla caduta dovuta probabilmente ad un malore. Nel cadere sul pavimento, piuttosto che nel tentativo di rialzarsi da terra dopo esser caduto, l'uomo avrebbe travolto il comodino e una lampada, finendo parzialmente sotto il letto.

La morte, secondo gli inquirenti, risalirebbe comunque a tre o quattro giorni prima del ritrovamento, avvenuto nel pomeriggio di mercoledì 29 aprile ad opera della sorella, che di tanto in tanto si recava nell'abitazione del fratello per le pulizie di casa. Un paio d'ore prima la donna aveva suonato alla porta di casa del fratello, ma non avendo ottenuto risposta se n'era andata. Più tardi, invece, allarmatasi perché il fratello ancora non rispondeva, ha provato a girare la maniglia della porta d'ingresso, trovata chiusa, ma non a chiave.

Entrata in casa ha poi scoperto il cadavere del fratello nella camera da letto. Sono state le sue urla ad attirare l'attenzione di un vicino che ha subito dato l'allarme ai carabinieri.

Sul posto, per gli accertamenti, sono intervenute le pattuglie dei carabinieri di Gandino, Fiorano e Clusone, oltre alla Polizia scientifica. Da come si era presentata la scena ai loro occhi, era subito emersa la teoria che si trattasse di una morte violenta attribuibile a un delitto, poi smentita.

Giovanni Colombi era nativo di Casnigo, ma viveva da anni a Gazzaniga. Sposato, separato e padre di un figlio, l'uomo era in pensione già da alcuni anni.

Sul posto è intervenuto anche il personale medico del 118 sia con un'ambulanza sia con un elicottero.

a.ceresoli

© riproduzione riservata