Lunedì 22 Dicembre 2008

La Bergamo del futuro
13mila abitanti in più e recupero del verde

E’ stato presentato alla città dal sindaco Roberto Bruni e dall’assessore all’Urbanistica, Valter Grossi, il Piano di governo del territorio destinato a disegnare la Bergamo del futuro. Nell’arco dei prossimi 10 - 15 anni la città punta ad un incremento di 13 mila abitanti, "consumando" 23 ettari di territorio cui se ne opporranno 29 di "verde rigenerato" all’interno degli interventi previsti.Il Piano di Governo del territorio del Comune di Bergamo comprende undici ambiti strategici più dieci «extra» (grandi progetti distribuiti su tutto il territorio), 52 aree di intervento e trasformazione, 1 milione 828 mila metri quadrati di superfici progettate. E poi 5,42 milioni di metri cubi di volumetrie, di cui però la quota nuova in senso assoluto si ferma a 162 mila, visto che 1,4 milioni sono «eredità» del vecchio prg, 3,4 sono frutto di demolizioni e ricostruzioni, 460 mila sono volumi rifunzionalizzati. Ancora: 23 ettari di territorio «consumato» cui però se ne oppongono 29 di verde rigenerato all’interno degli interventi. Dal punto di vista demografico? Mentre i cantieri aperti già ora forniranno abitazioni per 8 mila persone, nel giro di 10-15 anni ci si attende un incremento di 13 mila abitanti.La cronaca deve registrare la protesta dell’associazione "L’Aurora" che ha distruibuito un calendario ciclostilato di 6 mesi, ognuno caratterizzato dalla fotografia di una presunta scelta improvvida dell’Amministrazione Bruni in tema di urbanistica. Il calendario si ferma al giugno del 2009, mese in cui - con la nuova amminmistrazione comunale - ci sarà "lo stop alla cementificazione".Ascolta il commento del sindaco, Roberto BruniLeggi l’intervento dell’assessore all’Urbanistica, Valter Grossi  Per saperne di più leggi L’Eco in edicola il 23 dicembre(22/12/2008)

a.ceresoli

© riproduzione riservata