Mercoledì 30 Agosto 2006

Londra, sei mesi di carcere al camionista «distratto»

Francesco Ferrari, il camionista 22enne di Castione della Presolana arrestato in Inghilterra per guida distratta, è stato condannato a 6 mesi di carcere. Il processo, davanti alla Crown Court of London, l’equivalente del tribunale italiano, è stato celebrato oggi nella capitale britannica. Il giovane bergamasco, secondo la sentenza, dovrebbe restare in cella fino al 10 gennaio del 2007 per un errore che, in Italia, sarebbe stato punito con una multa e, al massimo, col ritiro della patente.Ferrari invece è già stato rinchiuso per circa 50 giorni sull’isola di Sheerness, a sud-est di Londra, in attesa del processo. L’accusa era di «guida distratta e pericolosa e di intralcio a operazioni di polizia» perché il 12 luglio aveva causato un incidente sulla tangenziale di Londra: il camion era uscito di strada e si era ribaltato. Rimasto illeso ma, sotto choc, il giovane camionista aveva nascosto il disco del cronotachigrafo perché aveva viaggiato un’ora in più delle nove giornaliere consentite. Così erano scattate le manette. Francesco Ferrari è stato difeso da un avvocato londinese, corrispondente del legale di famiglia: rischiava da 14 mesi a 24 mesi. Domani verrà deciso se presentare appello contro la sentenza della Crown Court. Intanto la notizia ha lasciato amareggiati i familiari del camionista di Castione e i tanti amici che si erano anche mobilitati con una raccolta di firme nella quale si chiedeva clemenza ai giudici inglesi.(30/08/2006)

r.clemente

© riproduzione riservata