Marne, casoncelli da record 170 mila pronti in pentola

Marne, casoncelli da record
170 mila pronti in pentola

Prende il via giovedì la tradizionale festa della Madonna della Mercede, con la famosa sagra del tipico raviolo bergamasco.

Fanno 170 mila. Casoncelli. Sì, un numero da record, quello che i volontari della parrocchia di Marne vogliono battere in occasione della tradizionale festa della Madonna della Mercede, che si svolge in due momenti. Il primo, da giovedì 10 a domenica 20, con spettacoli e cucina a base di casoncelli. Il secondo, dal 21 al 27 settembre, di preparazione religiosa. Ecco, nel primo round, i volontari intendono battere il record dei 162 mila casoncelli della scorsa edizione, e già da luglio sono all’opera per preparare il ripieno e il prelibato raviolo.

Foto di gruppo dei volontari che preparano i casoncelli

Foto di gruppo dei volontari che preparano i casoncelli
(Foto by Angelo Monzani)

«In questi ultimi anni il numero di ravioli fatti è andato sempre aumentando - spiega il parroco di Marne, don Adriano Bravi -. Ma quest’anno si è iniziato prima a confezionarli e si vuole arrivare a 170 mila, così da non lasciare digiuni i visitatori che affolleranno in questi dieci giorni la tensostruttura che verrà collocata nel centro parrocchiale». Ogni piatto venduto va a finanziare le varie opere parrocchiali, e quanto realizzato in questi anni è stato possibile anche grazie ai ravioli messi in tavola durante la festa popolare di settembre della Madonna della Mercede.Questa volta tocca ad un campo sportivo pluriuso


Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 9 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA