Giovedì 19 Febbraio 2004

Neve, 60-80 centimetri nelle valli Piccoli blackout di telefoni e Enel

Nelle valli bergamasche la neve caduta fra ieri e oggi ha raggiunto, in particolare alle quote più alte, anche i 60-80 centimetri di altezza. E questo farà la felicità soprattutto degli sciatori, anche se bisognerà stare attenti a evitare le escursioni fuori pista perché il nuovo manto non si è ancora legato agli strati precedenti, e si corre il rischio di improvvisi distacchi.

In Valle Seriana una ventina i centimetri di neve caduti a fondovalle, nella zona di Clusone e Gromo, intorno a quota 700 metri. A Valgoglio, quota 900, è invece sceso mezzo metro di neve, mentre dai 1200-1300 metri in su si passa da 70 a 80 centimetri. Le strade sono pulite e tutte transitabili.

In Valle Brembana solo nella notte sono caduti una ventina di centimetri di neve: lo spessore raggiunto, a quota 1000 metri, è di circa 60 centimetri. Un livello che ovviamente cresce man mano che si sale a quote più alte. Strade pulite, anche se nelle prime ore della mattina dai paesi dell’alta valle ci si è spostati con le catene.

Gli unici disagi segnalati - e hanno toccato anche Zogno - sono piccole interruzioni delle linee elettriche e telefoniche: colpa, dicono i tecnici, della neve appesantita dall’acqua che ha causato danni alle linee aeree.

Amanti dello sci? Ecco il bolletino dalle piste

(19/2/2004)

r.clemente

© riproduzione riservata

Tags