Porta i fiori nel luogo della morte del figlio La polizia lo multa, ricorso respinto

Porta i fiori nel luogo della morte del figlio
La polizia lo multa, ricorso respinto

È accaduto a Cortina d’Ampezzo. L’uomo era stato multato di 50 euro

Una storia di dolore e di ordinaria burocrazia: cinque anni fa un bambino di 5 anni ha perso la vita sul Canalino della Tofana, sulle piste di Cortina d’Ampezzo. Dopo anni di processo sono stati condannati i gestori della pista, degli impianti di risalita e l’accompagnatore del gruppo per omesso controllo. Ma in parallelo si è sviluppata un’altra storia, che ha coinvolto il padre del piccolo che nel marzo 2015 era stato sorpreso dalla polizia sul luogo dell’incidente: la pista era chiusa e nessuno sarebbe potuto entrarci, ma lui lo aveva fatto per deporre un fiore sul luogo dell’incidente.

La polizia lo ha segnalato alla locale di Cortina d’Ampezzo che aveva multato l’uomo di 50 euro. Immediatamente era partito il ricorso, respinto però dal comandante della polizia locale dopo aver preso atto delle controdeduzioni della polizia di Stato. Circostanza confermata dal sindaco della località bellunese: «Sono dispiaciuto per il triste fatto in sé ma , anche per rispetto dei soggetti coinvolti e della loro sensibilità, non intendo aggiungere altro».


© RIPRODUZIONE RISERVATA