Regali all’ultimo minuto?Ecco il decalogo del Codacons

Regali all’ultimo minuto?Ecco il decalogo del Codacons

1- Non comprare tutto alla vigilia: si rischia di non trovare più varietà di prodotti o di non avere il tempo per girare a sufficienza e scovare il negozio in cui risparmiare. 2- Pensare più che spendere: il regalo migliore è il pensiero più giusto. Dimostrare che si è pensato al dono, azzeccando il gusto della persona, è la prima cosa gradita da chi riceve il pacchetto. 3- Confrontare i prezzi: non fermarsi mai al primo negozio. A volte basta qualche giro in più per evitare l’acquisto sbagliato e risparmiare. 4- Fare attenzione ai commessi: soprattutto se si regala un bene durevole, è sempre meglio documentarsi su riviste e siti specializzati. Mai andare sprovveduti dal negoziante, perché non sempre i consigli sono disinteressati. 5- Fissare un budget: stabilire per ogni regalo la cifra da spendere e cercare di rispettarla: si eviterà così di scoprire a posteriori che la tredicesima è finita con largo anticipo. 6- Prendere cose utili: approfittare del Natale per acquistare quello che serve alla famiglia e che comunque si sarebbe dovuto comprare. 7- Non inseguire le mode e la pubblicità: anche perché i nuovi modelli sono sempre più cari e bastano anche pochi mesi per acquistare lo stesso prodotto a prezzi più ridotti. 8- Ricordare l’appuntamento dei saldi: dopo l’Epifania è tempo di sconti. Forse è meglio regolarsi di conseguenza. 9- Chiedere lo sconto. Non c’è niente di cui vergognarsi e i negozianti, spesso pur di vendere la propria merce, concedono riduzioni seppur minime dei prezzi. 10- Conservare sempre lo scontrino: un’ottima cosa in caso di merce da cambiare o difettata. La garanzia dei prodotti è infatti valida due anni e il cliente può denunciare i vizi della merce al venditore entro il termine di due mesi dalla data in cui si è scoperto il difetto. 11- Ridurre gli auguri via sms: un tempo erano utili perché si risparmiava rispetto alla telefonata e al biglietto via posta. Ora però si è finiti per abusare degli sms e di inviarli anche a persone che normalmente non si sarebbero mai contattate.(20/12/2006)

© RIPRODUZIONE RISERVATA