Martedì 15 Luglio 2008

Sostegno agli affitti
Meno aiuti per gli inquilini

L’erogazione dei sussidi agli inquilini in difficoltà nel pagamento dei canoni d’affitto è di 17, 6 milioni di euro in meno rispetto all’anno precedente. Il Governo destina sempre meno soldi per il fondo sostegno affitti. Lo stanziamento statale quest’anno si riduce a 36.699.337 euro a fronte dei 51.396.212 euro dello scorso anno. Diminuiscono anche i finanziamenti erogati dalla Regione: dai 17.480.175 euro del 2007 si passa ai 14.500.000. Già da mercoledì 16 luglio, inoltre, e fino al 31 ottobre si possono presentare le domande di contributo per l’anno 2008 presso il Comune di appartenenza attraverso una procedura informatica o presso sportelli Caf. Il criterio e l’intensità del sostegno economico prestato dal Fondo Sostegno affitto ai richiedenti sono basati sul calcolo della sopportabilità del calcolo di locazione rispetto alla situazione economica del nucleo familiare. Bergamo, solo la città, l’anno scorso ha ottenuto la validità di 953 domande a fronte delle 8.168 di Milano, delle 2.745 di Brescia e delle 1178 di Cremona, che conta circa 70mila abitanti. Questo nonostante i canoni medi al mese su contratti di locazione dei beneficiari del contributo continuino ad aumentare: a Bergamo nel 2007 si è pagato una media di 424,45 euro a fronte di 404,42 del 2006 e di 383,96 del 2005 con un aumento dell’11.81 per cento dell’importo medio dei canoni d’affitto nel periodo compreso tra il 2004 e il 2007. Nel 2007, inoltre, nella città di Bergamo 28 famiglie con reddito zero hanno avuto un contributo di 2.106, 96 euro, mentre 150 famiglie a reddito zero nella provincia ha avuto un contributo di 2.093,69. (15/07/2008)

fa.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags