Lunedì 04 Ottobre 2004

Studenti in visita ai Riuniti Una lezione sul valore della vita

Il 7 ottobre alle 9.30 gli studenti dell’ultimo anno del Liceo Scientifico «Federici» di Trescore Balneario si daranno appuntamento nella sala riunioni dell’Unità di Anestesia e Rianimazione III degli Ospedali Riuniti di Bergamo per un percorso educativo, formativo e didattico. L’iniziativa, organizzata dal Coordinamento dell’Area Provinciale Prelievo e Trapianto d’Organi e dal Dipartimento di Anestesia e Rianimazione, si propone di offrire al mondo della scuola un’opportunità per riflettere sul valore della vita e sulla cultura sociale della donazione. «Per la prima volta nella storia della sanità locale - afferma il direttore generale dei Riuniti dott. Rossattini - i ragazzi del Liceo di Trescore parteciperanno ad una vera lezione di vita che rappresenta un esempio di quanto per l’ospedale sia importante aprirsi ai cittadini». La lezione si concluderà con una visita guidata nel reparto dove vengono ricoverati i pazienti che in conseguenza delle lesioni riportate per incidenti stradali si trovano in pericolo di vita. «In tal modo - spiega il direttore del dipartimento di anestesia e rianimazione dott. Fumagalli - vorremmo offrire ai ragazzi un’occasione per riflettere sul valore della vita e per far constatare in modo diretto le conseguenze di comportamenti scorretti».

Durante l’incontro gli studenti potranno seguire la relazione del comandante della Polizia Stradale di Bergamo, Ferdinando Briganti, che presenterà i numeri, le azioni di prevenzione e le cause delle stragi del sabato sera. Successivamente il dott. Claudio Sileo, direttore sanitario dell’Asl di Bergamo, interverrà in merito alla prevenzione degli effetti sull’organismo di droghe e alcool e delle relative conseguenze per chi è al volante.

All’iniziativa partecipano l’Asl, l’Aido, il Provveditorato agli Studi, l’Assessorato all’Istruzione della Provincia di Bergamo, la Polizia Stradale e numerose strutture degli Ospedali Riuniti. L’evento, accolto con entusiasmo dalle scuole superiori della bergamasca, verrà ripetuta durante l’anno scolastico, anche con lezioni e lavori di gruppo che permetteranno di coinvolgere interattivamente gli studenti.

(04/10/2004)

l.moretti

© riproduzione riservata

Tags