Giovedì 24 Aprile 2008

Su Internet cerchi di moto rubati alla Brembo

I Carabinieri del Comando Provinciale di Bergamo, visionando su internet alcune inserzioni di siti specializzati, sono riusciti a risalire ad un traffico illecito di cerchi per moto da competizione asportati dai reparti di lavorazione della Brembo Spa di Curno, organizzato da due individui che sfruttavano il mercato virtuale attraverso un blog per immettere la refurtiva. L’indagine dei militari è scaturita dalle segnalazioni dei responsabili dei reparti di progettazione dell’azienda, i quali avevano riscontrato continui ammanchi di cerchioni ancora in fase di collaudo, destinati ad allestire moto GP e superbike per competizioni sportive anche di livello internazionale.

I Carabinieri, vagliando tutte le ipotesi, hanno ritenuto che la refurtiva potesse essere immessa in vendita attraverso la rete e, eseguita una ricerca su un sito specializzato, hanno risposto alle offerte di un inserzionista che proponeva alcuni dei modelli asportati dall’azienda a prezzi irrisori rispetto al reale valore di mercato, tanto da avere allettato il desiderio di molti centauri di allestire le proprie moto come quelle dei più famosi campioni e poterli così emulare. L’intervento dei Carabinieri ha interrotto l’illecito traffico che potrebbe rivelarsi estremamente pericoloso per gli ignari e appassionati acquirenti in quanto i cerchi sono stati asportati prima dei previsti collaudi ai banchi di prova. (24/04/2008)

e.roncalli

© riproduzione riservata