Lunedì 01 Dicembre 2003

Tamponamento a catena sull’«asse» Muore un commerciante ambulante, due feriti

Un morto e due feriti. È il bilancio di un incidente avvenuto nel primo pomeriggio a Curno e che ha coinvolto sette mezzi - tre auto, due tir, un camion e un furgone - che si sono tamponati a poche centinaia di metri dallo svincolo che porta dall’asse interurbano sulla Dalmine-Villa d’Almè. La vittima è Virgilio Capelli, un commerciante ambulante di 44 anni, residente a Sorisole in via Piave.

L’incidente (nelle foto di Beppe Bedolis) è avvenuto all’incirca alle 13,30 per cause che la polizia stradale di Bergamo sta cercando di accertare: probabilmente per l’asfalto reso viscido dalla pioggia, uno dei guidatori ha perso il controllo innescando il tamponamento a catena.

Virgilio Capelli stava rientrando con il suo furgone attrezzato per il commercio ambulante nei mercati: era stato ricoverato in prognosi riservata agli Ospedali Riuniti di Bergamo, ma tutti i tentativi dei medici di salvargli la vita si sono purtroppo rivelati vani.

Con lui viaggiava la moglie, ricoverata a Seriate: le sue condizioni non desterebbero preoccupazioni. In ospedale è finito anche il conducente di uno dei tir, carico di latte: non sarebbe grave.

Sulle strade di tutta la zona è stato il caos: la polizia municipale di Curno ha chiuso lo svincolo di ingresso sull’asse interurbano, ma chi era già passato è rimasto intrappolato. Alcuni automobilisti hanno potuto uscire a retromarcia, ma alcuni non hanno avuto la possibilità e sono rimasti fermi per ore insieme ai conducenti dei mezzi pesanti. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco, con cinque mezzi, varie autogru di ditte private e la polizia locale di Mozzo.

(01/12/2003)

r.clemente

© riproduzione riservata

Tags