Viaggio nei secoli tra le miniere Gorno apre la via per il turismo
Le vecchie miniere (Foto by Fronzi)

Viaggio nei secoli tra le miniere
Gorno apre la via per il turismo

Il Comune ha acquisito a costo zero il villaggio minerario di Campello, insieme alla quasi totalità della laveria di Riso. Si lavora perché il recupero possa richiamare in Valle del Riso i turisti.

«L’idea è di recuperare tutte le lavorazioni possibili a scopo esemplificativo, così che a Gorno si possa viaggiare attraverso il tempo e le lavorazioni», sintetizza il sindaco Valter Quistini.

I passi sinora fatti vanno in questa direzione: «La riqualificazione di Costa Jels, da anni meta di visitatori che possono entrare nei cunicoli - spiega Quistini, figlio di minatori, nato in Belgio e vissuto a Charleroi fino a 10 anni -, poi la realizzazione del Museo etnografico che riunisce intorno a sé una cinquantina di guide, l’archivio nel frattempo allestito e, ora, l’acquisizione del villaggio minerario di Campello e della laveria a flottazione di Riso di Gorno».


Due pagine su L’Eco di Bergamo in edicola il 20 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA