Branzi, la Fiera di San Matteo fa il botto
Tantissimi visitatori anche a L’Eco café

Un fiume ininterrotto di visitatori ha affollato la due giorni della Fiera di San Matteo a Branzi. E ad essere soddisfatto del successo di presenze è il comitato organizzatore.

Branzi, la Fiera di San Matteo fa il botto Tantissimi visitatori anche a L’Eco café

Comitato che si è creato quest’anno per l’undicesima edizione e formato da Gabriele Curti sindaco di Branzi, Francesca Monaci del consorzio dei produttori di Formai de Mut dell’alta Valle Brembana Dop, Cristian Palazzi portavoce dei ristoranti del paese, Roberto Arizzi presidente della Pro loco, Emanuel Curti presidente degli alpini e il parroco don Alfio Signorini.

«Grazie ai numerosi volontari che hanno lavorato per questa festa – ha detto il primo cittadino al convegno -. Il plauso più grande va ai nostri allevatori che lavorano con fatica tutto l’anno per mantenere viva la montagna».

Alla tavola rotonda presentato il programma di sviluppo rurale 2020 per la montagna, sottolineando come l’agricoltura in montagna sia in crescita. Poi la premiazione delle migliori forme di Formai de Mut dell’alta Valle Brembana Dop. Il primo posto per le due categorie di marchio blu, relative alle produzioni d’alpeggio del 2014 e di quest’estate, è stato assegnato a Giovanni Chiarelli di Bossico, che produce nell’alpeggio Carisole tra Carona e Foppolo, mentre per il marchio rosso, relativo alla produzione dello scorso aprile, è stato assegnato alla latteria sociale di Valtorta.

Presente alla due giorni di Fiera anche L’Eco Cafè, lo stand mobile della nostra redazione. E con la tappa di Branzi, nella quale sono state servite gratuitamente 1500 tazzine di caffè Mogi, si è conclusa la promozione di 50 euro di buono spesa da utilizzare nei punti vendita Iper di Seriate, Orio e Brembate sottoscrivendo un abbonamento cartaceo a prezzo ridotto a L’Eco di Bergamo. Antonella Berera di Piazza Brembana è stata la prima abbonata a ricevere la nuova promozione: con l’abbonamento a prezzo ridotto al nostro giornale, si riceve un ingresso alle Terme di San Pellegrino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA