Venerdì 29 Agosto 2014

Zogno prepara la Notte bianca 2

Dalle 20 alle 2 c’è anche L’Eco café

Zogno, la Notte Bianca 2012

Zogno turistica? Zogno non solo capoluogo commerciale e dei servizi della Valle Brembana ma anche meta di turismo storico-naturalistico?

Zogno ci crede, ci crede l’Amministrazione comunale e ci credono gli operatori che in questi anni hanno avviato bed and breakfast e agriturismi. Così Zogno, da alcuni anni, investe nel turismo: eventi, itinerari, musei, sentieri, magazine, «app» per smartphone e siti web.

Tra gli eventi spicca la «Notte bianca» (bis, dopo quella di fine luglio) in programma sabato sera, dalle 20 alle 2. Con la partecipazione dell’Eco café, la redazione mobile de L’Eco di Bergamo e tutte le su offerte.L’Eco cafè racconterà la «Notte bianca» e la Zogno turistica, quella di oggi e quella futura.

«Abbiamo un patrimonio naturalistico storico di prim’ordine – spiega l’assessore al Turismo e vicesindaco Giampaolo Pesenti – e vale la pena valorizzarlo. Far arrivare turisti e gente nel nostro paese vuol dire tenere viva la comunità e aiutare il commercio». Valorizzando quanto già c’è di importante: le Grotte delle meraviglie, «le prime turistiche d’Italia – prosegue Pesenti – che già contano 4-5.000 visitatori l’anno e forse sono poco citate».

Poi un tris di musei: il museo della Valle, eletto museo europeo nel 1981 a Stoccolma, il museo di San Lorenzo (della parrocchia) e il museo del soldato (del gruppo alpini). Ma è soprattutto sull’ambiente che si punta, per esempio sull’altopiano di Miragolo, i prati a mille metri di quota costellati di sentieri e roccoli, ma anche della maggior parte di seconde case turistiche di Zogno.

Tutto su L’Eco di Bergamo del 29 agosto

© riproduzione riservata