Giovedì 16 Luglio 2009

orio

Caricano e scaricano le valige dei turisti all’aeroporto di Orio al Serio, ma “guadagnano 5 euro netti all’ora, assolutamente non adeguati all’inquadramento professionale che dovrebbe essere più alto”. Per i lavoratori della cooperativa Alpina Service soc. cop. di Ciserano, che prestano la loro attività in appalto per la Sacbo, non è solo una questione di salario: “Se sei iscritto alla FILT-CGIL ti fan lavorare la metà, tagliando i turni, e rendendoti di fatto impossibile organizzarti la giornata” denuncia Marco Sala della FILT-CGIL di Bergamo. “Abbiamo una trentina di iscritti alla CGIL e un delegato, che da quando ha cominciato a ricoprire questo ruolo ha visto dimezzarsi e spezzettarsi il suo orario di lavoro: gli capita di lavorare tre ore prima dell’alba e due ore di sera, mentre prima ne lavorava 10 al giorno. Nessuno ci venga a dire che manca lavoro, proprio in un periodo di intensa attività turistica. Tanto più che chi non ha la tessera CGIL continua a superare le 8 ore di attività. Avemmo voluto affrontare queste questioni direttamente con il responsabile legale della cooperativa” conclude Sala. “Oggi pomeriggio, però, dopo formale richiesta d’incontro, la FILT-CGIL si è presentata al confronto, ma è stata lasciata alla porta (letteralmente). Un atteggiamento del genere conferma le nostre preoccupazioni. A questo punto, valuteremo di organizzare iniziative con i lavoratori”.

a.ceresoli

© riproduzione riservata