Sabato 01 Agosto 2009

I Rocca, poi Pesenti e Bosatelli
Ecco i «Paperoni della Borsa»

Il primato bergamasco tra i «Paperoni di Borsa» ha resistito (non senza qualche difficoltà) all’ondata che si è abbattuta su tutti i mercati finanziari mondiali. Gianfelice e Paolo Rocca, i patron di Tenaris (gruppo Techint) si sono confermati, nella tradizionale classifica redatta da Milano Finanza, per il quarto anno consecutivo al vertice assoluto della classifica dei primi 300 personaggi con i maggiori patrimoni di Borsa.

Al 32° posto, in discesa di 5 posizioni, si colloca Giampiero Pesenti, il numero uno di Italmobiliare/italcementi. Terzo bergamasco in classifica è Domenico Bosatelli, patron della Gewiss di Cenate Sotto, al 36° posto (guadagna due posizioni rispetto alla classifica precedente).

Al quarto posto il vicepresidente di Confindustria e patron della Brembo, Alberto Bombassei: 46° posto assoluto in classifica, quattro posizioni in meno rispetto al luglio 2008. L’ultimo è Antonio Percassi (con il Dmail Group): 240° posto, ma la miglior crescita in termine di posizioni guadagnate, ben 25.

A uscire dal «dream team» bergamasco, rispetto alla situazione fotografata un anno fa è Benedetto Marti: l’ex vicepresidente di IWBank (gruppo Ubi Banca) era infatti accreditato del 141° posto, ma non risulta più censito dalla classifica 2009.

r.clemente

© riproduzione riservata

Tags