Mercoledì 20 Febbraio 2008

Legler, vertice il 26 febbraio

Restano incerte le prospettive per lo stabilimento di Ponte San Pietro della Legler, lo storico marchio del tessile bergamasco, da tempo in crisi. Il 26 febbario - conferma Gianluigi Cortinovis, segretario provinciale della Uilta-Uil per il comparto tessile - si svolgerà un vertice tra la Ferratex, la società d’intermediazione che ha rilevato il 100% delle azioni dell’azienda bergamasca dalla finanziaria sarda Sfirs, e Banca Intesa.  

«La fase è delicatissima - dice Cortinovis -: all’istituto bancario verrà con ogni probabilità chiesto di riaprire al più presto le linee di credito». Secondo il sindacalista Ferratex sarebbe orientata a confermare il ruolo di Ponte, dove oggi lavorano 380 dipendenti.

Meno chiare sarebbero invece le prospettive per le oltre 800 persone dei tre stabilimenti sardi.

(20/02/2008)

r.clemente

© riproduzione riservata