Una nuova vita per l’anidride carbonica: accordo tra Tenaris e Siad con Saipem

Un impianto a Dalmine ne immagazzinerà 30 tonnellate al giorno.

Una nuova vita per l’anidride carbonica: accordo tra Tenaris e Siad con Saipem

Tenaris, Saipem e Siad hanno sottoscritto un protocollo d’intesa per avviare la progettazione di un impianto di cattura e utilizzo di anidride carbonica, da realizzare presso lo stabilimento di Tenaris a Dalmine.

Il progetto prevede la cattura di 30 tonnellate giornaliere di Co2 prodotta dalla centrale termoelettrica dello stabilimento TenarisDalmine. L ’anidride carbonica verrà catturata tramite l’utilizzo della tecnologia Saipem Co2 Solutions - di Saipem, società che si occupa di servizi per il settore dell’energia e delle infrastrutture - e successivamente sarà utilizzata da Siad, in particolare nell’ industria alimentare e delle bevande, nelle coltivazioni, nel trattamento delle acque, nella lavorazione dei metalli e come gas refrigerante a ridotto impatto ambientale.

Le tre realtà hanno sottoscritto un MoU, Memorandum of Understanding, per avviare la progettazione dell’impianto di cattura e di riutilizzo dell’anidride carbonica: la tecnologia di Saipem CO2 Solutions, che si basa su un innovativo processo enzimatico utilizzato per la cattura di CO2, consentirà l’impiego di calore di scarto evitando il ricorso a sostanze tossiche, impiegate in altri processi .

© RIPRODUZIONE RISERVATA