Sabato 20 Novembre 2004

Volare, Maroni dai sindacati Per Formigoni va salvata

«La situazione del gruppo Volare è molto difficile, preoccupa i lavoratori, preoccupa chi ha già acquistato i biglietti, preoccupa anche noi, perché non è facile intervenire: abbiamo proposte che faremo ai sindacati». Lo ha detto il ministro del Welfare, Roberto Maroni, a Varese, per discutere della crisi della compagnia aerea (che ha sospeso i voli, compreso il collegamento Bergamo-Roma) con sindacati ed enti locali. Il ministro ha poi risposto in maniera affermativa alle domande circa la possibilità dei lavoratori di Volare di ottenere degli ammortizzatori sociali. «Sì, possono - ha detto - perché il decreto fatto per Alitalia è esteso a tutti i vettori aerei». Maroni ha sottolineato come un fatto positivo che «Alitalia e AirOne sono intervenute per venire incontro ai passeggeri Volare in giro per il mondo».

Sulla vicenda è intervenuto anche il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni affermando: «Credo che ciò che è stato fatto per Alitalia possa essere ben ripetuto per Volare. Ci siamo già mossi chiedendo agli azionisti un sussulto di responsabilità. Non si può lasciare andare alla deriva un’azienda così importante che dà lavoro ad un numero così significativo di persone».

Alitalia ieri si era messa a disposizione per garantire il minor disagio per i passeggeri di Volare, dopo la sospensione dei voli della compagnia. Ai passeggeri verranno offerte le tariffe più basse disponibili sia per le tratte nazionali sia per quelle internazionali. Per maggiori informazioni l’Alitalia invita a contattare i numeri di telefono 06 65641 e 06 65642.

L’Ente nazionale per l’aviazione civile rende noto intanto di «aver disposto l’operatività del proprio numero verde 800898121 anche durante il fine settimana ai fini di fornire ai passeggeri informazioni sui voli che sono stati sospesi dalla compagnia aerea Volare». Il numero verde, precisa l’Enac, è attivo fino alle 20 di oggi e dalle 8 alle 20 di domani. I passeggeri potranno rivolgersi ai banchi di accettazione di tutte le altre compagnie aeree che praticheranno le tariffe più basse per proteggerli.

(20/11/2004)

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags