Mercoledì 04 Maggio 2011

Cucina regionale
Guida ai ristoranti

E' arrivata alla trentesima edizione la “Guida ai ristoranti regionali-Cucina Doc” che riunisce in un libretto di facile consultazione una serie di locali che si qualificano per l'attenzione ai piatti della tradizione locale. La Guida 2011 è stata ancora una volta curata da Marinella Argentieri, nata a Bergamo e residente a Vercurago.

La presentazione della Guida è stata fatta all'albergo-ristorante Imperial di Montegrotto Terme, in provincia di Padova, new entry per il 2011. Si tratta di un albergo di 115 camere, in zona termale assai nota e apprezzata, frequentata da turismo italiano e internazionale, dove lo chef Diego Bernardi assicura una cucina varia e genuina, ispirata alla tradizione veneta rivisitata. La proprietà dell'hotel è dal 1992 della famiglia Simula, costruttori edili di origine sarda, mentre la direzione è saldamente nelle mani di Vincenzo Pavan.

Sono cinque i locali bergamaschi presenti nella Guida: “Del Tone” a Curno, “Castello di Clanezzo” e “Cascina Belvedì” a Ubiale di Clanezzo, “La Trota” a Laxolo di Brembilla, “Posta al Castello” di Gromo. In Lombardia sono segnalati: “L'Alzavola” di Iseo, “Crotto del Lupo” di Como, “La Filanda” di Valmadrera, “Larius” di Lecco, “Bel Sit” di Bernate Ticino, “Buona Condotta” di Ornago, “Cerere” di Ponte in Valtellina. «Sono tutti locali – afferma Marinella Argentieri – che si qualificano per l'attenzione alle ricette regionali, che sono espressione della cultura di un territorio e importante proposta turistica per ogni zona. Sono i primi ambasciatori del piacere di mangiare all'italiana».

R.V.

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags