Giovedì 15 Settembre 2011

Lo chef Gotti
in Nazionale Cuochi

Ci sarà anche un noto e apprezzato chef bergamasco nella nuova Nazionale Italiana Cuochi (Nic), che ha concluso le selezioni per rafforzare e rendere più competitiva la squadra che continuerà a rappresentare al meglio la cucina italiana in tutte le competizioni in cui sarà chiamata a concorrere in giro per il mondo. Lo chef orobico che ha superato la selezione (45 concorrenti di ogni parte d'Italia per 22 posti) è Francesco Gotti, 39 anni, da sette anni executive chef al Bobadilla Feeling Club di Dalmine e docente alla Accademia del Gusto, la scuola di alta cucina aperta dall'Ascom a Osio Sotto.

Le selezioni si sono svolte a Lallio, nel Centro di Ricerca e Formazione Saps, inserito all'interno dell'azienda Pentole Agnelli, leader nella produzione di strumenti di cottura professionali. Qui i concorrenti – sotto l'occhio attento di una giuria formata da professionisti della Federazione Italiana Cuochi – hanno avuto ciascuno a disposizione il tempo massimo di due ore per pulire gli ingredienti, cuocerli e presentarli nel piatto. I concorrenti si sono attenuti alle regole dei concorsi internazionali e hanno presentato preparazioni a base di pesce di mare, carni rosse e piatti vegetariani. Ogni piatto è stato valutato in tempo reale dalla giuria per originalità, prelibatezza, cura nella presentazione, corretto utilizzo degli strumenti di cottura ed altri parametri del regolamento internazionale.

Francesco Gotti, vissuto a Ponteranica, sposato e da 11 anni residente a San Paolo d'Argon, due figli, ha preparato una ricetta che sa di mare: rana pescatrice marinata al Valcalepio, farcita con cappesante e spinaci in crosta di salmone e semi, con ortaggi e crema di zucca. Un piatto buono, semplice, pulito, tecnico, elegante, che la giuria ha apprezzato. Per lo chef bergamasco si tratta di un ulteriore riconoscimento che rafforza una carriera iniziata giovanissimo in quotati ristoranti in Italia e all'estero.

E' stato ambasciatore della cucina bergamasca in Lussemburgo in occasione di manifestazioni delle Camere di Commercio di Bergamo e Lussemburgo, organizzando cene di gala per le autorità del parlamento europeo. Ama applicare nei piatti la filosofia mediterranea, rivisitandola in chiave creativa, con attenzione particolare alla semplicità e qualità delle materie prime. La prima uscita della nuova Nazionale Italiana Cuochi è prevista dal 12 al 14 febbraio 2012 per il Welsh international Culinary Championships, in Galles.

Il Concorso Nic è stato promosso dalle aziende bergamasche Pentole Agnelli e Fasa, da sempre vicine agli chef con le loro attrezzature, allo scopo di promuovere la figura professionale dei cuochi e la tradizione di cucina italiana. A riconoscimento del forte legame che unisce Pentole Agnelli e la Federazione Italiana Cuochi, il presidente nazionale Fic, Paolo Caldana, ha consegnato a Baldassare Agnelli la massima onorificenza del “Collare Amici dei Cuochi”, “per meriti conseguiti nella valorizzazione dell'arte culinaria italiana e la sensibilità dimostrata a tutte le berrette bianche d'Italia”.

Roberto Vitali

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags