Sabato 24 Settembre 2011

Sparkling Menù e Villa Franciacorta
Premiato il ticinese Conca Bella

Il ristorante Conca Bella di Vacallo (Canton Ticino) si è aggiudicato la finalissima, svoltasi nella sede dell'azienda Villa Franciacorta di Monticelli Brusati, della nona edizione del premio Sparkling Menù, che punta a valorizzare l'abbinamento a tutto pasto delle bollicine Franciacorta. In un'agguerrita sfida, il Conca Bella dello chef Gian Luca Bos ha battuto i ristoranti la Tana R&O di Asiago (chef Alessandro Dal Degan) e la Torre di Spilimbergo (chef Marco Talamini). La finale è giunta al termine di un lungo percorso svoltosi tra il maggio 2010 e il giugno 2011 che ha selezionato i ristoranti partecipanti al concorso.

Durante la conferenza stampa di presentazione della finale dello Sparkling Menù, Alessandro Bianchi, patron dell'azienda Villa, affiancato dalla figlia Roberta e dal genero e direttore dell'azienda Paolo Pizziol, ha accolto con entusiasmo gli chef finalisti, che hanno illustrato alla giuria di giornalisti e gastronomi le loro scelte sugli abbinamenti con il Franciacorta Docg Cuvette millesimato 2005 di Villa. La Tana ha proposto il trancio di baccalà in pane all'amatriciana, la Torre i ravioli di pasta alla clorofilla ripieni di mazzancolle dell'Adriatico su crema leggera di peperone e profumo di krenn, la Conca Bella il piccione in due cotture con succo di mela alla fava Tonka, marmellata di scalogno in agrodolce, gnocco di semola alle olive nere taggiasche.

Il ristorante Conca Bella, stellato Michelin, è stato fondato nel 1984 da Rocco Montereale e dalla moglie Ruth e spicca per eleganza e raffinatezza. All'interno dell'enoteca si trovano 250 etichette per un'esposizione totale di 15 mila bottiglie. Premiato da Wine Spectator New York, come “Best of Award of Exellence” e menzionato da WeinWisser per una carta tra le migliori 20 di tutta la Confederazione elvetica, Conca Bella rappresenta un fiore all'occhiello della ristorazione svizzera.

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags