Martedì 24 Gennaio 2012

Da bottiglia a vaso per fiori
Con «Bottega» si riutilizza il vetro

Il riutilizzo del vetro è un argomento ingiustamente sottovalutato. Tuttavia in un contesto ambientale sempre più complesso è opportuno che anche i produttori di vino e distillati suggeriscano ai consumatori delle modalità di reimpiego del vetro. A maggior ragione trattandosi di un materiale nobile e non soggetto a deterioramento, è un vero peccato non pensare a soluzioni immediate, al di là del riciclo nella classica campana di colore verde.

Le bottiglie dei liquori alla frutta e alle creme della Distilleria Bottega sono state pensate anche in quest'ottica. La forma ovale e snella le rende infatti del tutto assimilabili a moderni vasi dal design essenziale e semplice. La satinatura del vetro impreziosisce con l'effetto ghiaccio quello che, una volta svuotato, perde la funzione primaria di contenitore di liquori, per diventare un oggetto d'arredamento. Il collo stretto della bottiglia si presta egregiamente a ospitare una rosa o un altro fiore singolo.

Fiordilatte, Gianduia e gli altri liquori dolci Bottega condividono con questa stessa bottiglia il concetto del riutilizzo, che risponde pienamente alla filosofia verde di un'azienda da sempre attenta a rispettare l'ambiente. Non a caso la sede dell'azienda a Bibano di Godega è dotata di un impianto di climatizzazione geotermica, che sfrutta a livello energetico il calore della terra. La possibilità di reimpiegare la bottiglia come vaso rappresenta infine un valore aggiunto, in particolare in occasione di San Valentino. Si tratta quindi di un regalo duplice, da accompagnare con una rosa rossa e con i migliori auguri alla persona amata.

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags