Lunedì 19 Novembre 2012

Il bello e il buono
del nostro Paese

Alla scoperta del bello e del buono della nostra penisola per tre giorni in Fiera a Genova, da venerdì 23 a domenica 25 novembre. Oltre centosessanta i Comuni che hanno confermato, a un mese data, la loro partecipazione con l'obiettivo di mettere in mostra, promuovere e valorizzare produzioni di nicchia ed eccellenze storico-culturali, architettoniche e ambientali.

Da Terranova Sappo Minulio, un centro di soli 545 abitanti della provincia di Reggio Calabria, tutto da scoprire per la sua storia importante e per una produzione di prugne di qualità (le prugne dei frati), a Marano Vicentino, comune veneto dove cent'anni fa fu selezionato un mais particolarmente adatto alle terre ghiaiose e asciutte della zona, passando per i Comuni liguri – con prodotti che vanno dalla prescinsêua ai canestrelli di Casella e alle focaccette di Crevari ma anche con la tonnarella di Camogli, una tecnica di pesca da sempre ecosostenibile - dal resto d'Italia stanno arrivando numerose adesioni dalla Lomellina, dal Vicentino, da Lazio, Campania, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna.

L'area espositiva si svilupperà intorno a piazza Italia, dove tutte le straordinarie peculiarità del nostro Paese troveranno spazio per degustazioni e presentazioni. A contorno il Food Village, un mercato allestito con tradizionali bancarelle per acquistare le eccellenze dell'enogastronomia italiana e Food Experience, un unico ristorante condiviso da più professionisti della cucina per una proposta enogastronomica trasversale ai diversi territori presenti e poi ancora il Food edutainment, un'Arena del gusto dedicata a momenti di intrattenimento, spettacolo e cultura gastronomica con show cooking, degustazioni guidate, workshop e laboratori.

Grazie all'accordo siglato con ANCI, Res Tipica - il progetto ANCI di salvaguardia e promozione dell'immenso patrimonio ambientale, culturale, turistico ed enogastronomico dei Comuni piccoli e medi del nostro Paese - saranno presenti a SIT l'Associazione dei Borghi più belli d'Italia e le Bandiere arancioni del Touring Club Italiano. Ma SIT è anche Forum delle Identità Territoriali, un articolato programma di conferenze e workshop per trattare temi portanti quali il rapporto tra agroalimentare e grande distribuzione, il turismo enogastronomico e culturale, le opportunità di promozione per il territorio offerte da Expo' 2015, l'internazionalizzazione e le misure del prossimo programma europeo, le denominazioni comunali di origine.

L'ingresso a SIT è gratuito, la degustazione dei prodotti avverrà invece con carnet di ticket che avranno come valuta di riferimento il Genovino, antica moneta genovese. La rassegna sarà aperta, nel padiglione B terreno, dalle 10 alle 22.

Info: www.saloneidentitaterritoriali.it

a.ceresoli

© riproduzione riservata

Tags