La Nazionale Cuochi a Lallio per preparare la sfida mondiale

La Nazionale Cuochi a Lallio
per preparare la sfida mondiale

Ancora una volta Bergamo ha avuto l’onore di ospitare l’ultima fase di preparazione della Nazionale Cuochi in partenza per Sarajevo dove, dal 15 al 18 aprile, si svolgerà la fase finale del Global Chefs Challenge, sezione Sud Europa, manifestazione che lo scorso anno fu vinta dal cuoco bergamasco Francesco Gotti.

Quest’anno a rappresentare la cucina italiana sarà Salvatore Canargiu, 21 anni, di Barletta, che gareggerà per la sezione Junior e ha svolto l’ultima prova (un lavoro di tre ore per preparare tre piatti) nella sede Saps Agnelli Cooking Lab a Lallio.

A seguirne il lavoro Gaetano Ragunì da Forlì (Team Coach Junior) e Daniele Caldarulo di Bari, general manager della Nazionale Cuochi, oltre a Francesco Gotti che è il docente ufficiale del laboratorio di cucina inserito nella fabbrica di Pentole Agnelli.

Una buona notizia è che è entrato ufficialmente nel team della Nazionale Cuochi un altro giovane cuoco bergamasco: Andrea Tiziani, 21 anni, di Mozzo. Ha frequentato i cinque anni di Cucina all’Alberghiero di San Pellegrino, quindi ha fatto parte del team di Francesco Gotti al Bobadilla di Dalmine e di Chicco Coria quando era al Cappello d’Oro di Bergamo. Lo scorso anno è stato assistente di Gotti quando vinse il Global Chef per il Sud Europa. Un giovane promettente al quale facciamo gli auguri.

Un’altra buona notizia riguarda lo stesso Gotti che nella circostanza è stato nominato Team Coach Junior in aggiunta al collega Ragunì. Lo chef bergamasco rimane quindi con autorità nel team della Nazionale Cuochi.

La prova di Canargiu in diretta ai fornelli ha destato una buona impressione. Tre i piatti preparati e degustati dai giudici: un “amuse bouche” formato da salmone, halibut, cappesante, zucchine e salsa wasabi; il piatto principale era costituito da lombo di vitello a bassa temperatura, animelle, spalla di manzo brasato, verdurine al microonde; infine il dessert confezionato con mousse al cioccolato fondente e sorbetto verde al tè Dilmah.


© RIPRODUZIONE RISERVATA