Le migliori gelaterie d’Italia, ecco il top Il Gambero Rosso premia La Pasqualina

Le migliori gelaterie d’Italia, ecco il top
Il Gambero Rosso premia La Pasqualina

Il premio «Gusto&salute» a Candida Pelizzoli di «Oasi American Bar» di Fara Gera d'Adda

Sono 36 le gelaterie italiane al top. Le ha premiate il Gambero Rosso che ha presentato, al Sigep di Rimini, la 1ª edizione della guida «Gelaterie d'Italia». Sono censite circa 300 gelaterie che fanno della qualità la loro bussola. Gli ispettori del Gambero Rosso hanno assaggiato e dato i voti: da uno a tre coni a seconda del grado di bontà. Con alcuni punti fermi: nessuna deroga sulla materia prima, a cominciare dal latte, rispetto del territorio, della stagionalità per un prodotto che sia sano oltre che buono. La regione che registra il più alto numero di tre coni è l'Emilia-Romagna con 7. Tra le premiate c’è anche la bergamasca «La Pasqualina» di Almenno San Bartolomeo.

Assegnati anche dei premi speciali: il premio per il miglior gelato al cioccolato va a Paolo Brunelli di Senigallia (Ancona). Gelatiere emergente è Carmela Grotta di Ciocolat di Toscolano Maderno (Brescia), miglior gelato gastronomico a Greed Avidi di Gelato di Frascati (Roma) di Davide Rossi, il premio Gusto&salute a Candida Pelizzoli di Oasi American Bar di Fara Gera d'Adda.

La regione che registra il più alto numero di tre coni è l’Emilia-Romagna con sette, seguita dalla Toscana e dalla Lombardia con cinque segnalazioni, dal Piemonte e dal Lazio con tre. E Bologna e Torino sono la città da tenere d’occhio per gli amanti del gelato visto che hanno, ciascuna, ben tre gelaterie premiate con il massimo riconoscimento del Gambero Rosso, più di Roma, Milano e Firenze che seguono con due.

Queste sono le 36 gelaterie premiate con i tre coni della guida «Gelaterie d’Italia 2017’ del Gambero Rosso».

Piemonte: Canelin (Acqui Terme), Alberto Marchetti, Mara dei Boschi, Ottimo! Buono non basta (Torino), Soban (Valenza).

Liguria: Cremeria Spinola (Chiavari), Profumo (Genova).

Lombardia: La Pasqualina (Almenno San Bartolomeo), Paganelli, Pavé - Gelati & Granite (Milano), Chantilly (Moglia), L’Albero dei gelati (Monza).

Veneto: Golosi di Natura (Gazzo), Zeno Gelato e Cioccolato (Verona).

Friuli Venezia Giulia: Scian L’Insolito Gelato (Cordenons), Fiordilatte (Udine).

Emilia-Romagna: Cremeria Santo Stefano, Cremeria Scirocco, Stefino (Bologna), Bloom (Modena), Ciacco (Parma), Cremeria Capolinea (Reggio Emilia), Sanelli (Salsomaggiore).

Toscana: Carapina, Gelateria della Passera (Firenze), Chiccheria (Grosseto), De’ Coltelli (Pisa), Dondoli (San Gimignano).

Marche: Gelateria Cioccolateria Paolo Brunelli (Senigallia).

Lazio: Gretel Factory (Formia), Gelateria dei Gracchi, Otaleg! (Roma).

Campania: Di Matteo (Torchiara), Cremeria Gabriele (Vico Equense).

Basilicata: Emilio (Maratea).

Sardegna: Bar Centrale Gelateria Pizzeria (Marrubiu).

Premi speciali

Miglior gelato al cioccolato: Paolo Brunelli di Senigallia (Ancona). Gelatiere emergente: Carmela Grotta di Ciocolat di Toscolano Maderno (Brescia). Miglior gelato gastronomico: Greed Avidi di Gelato di Frascati (Roma) di Davide Rossi. Premio Gusto&salute: Candida Pelizzoli di Oasi American Bar di Fara Gera d’Adda (Bergamo).


© RIPRODUZIONE RISERVATA