Venerdì 23 Agosto 2013

Supermamme, che estate

Fabiana Tinaglia
Metti una mattina in super ritardo in cui accompagni trafelata i due bambini addormentati all'ennesima settimana di Spazio ricreativo estivo che la tua città fortunatamente organizza ancora a fine agosto. Tu corri già sudata alle 8, loro che si trascinano pronti in costume e ciabattine: siamo in piscina, Centro estivo all'insegna dello sport.

E qui chi ti incontri? Altre due mamme che incrociavi, ovviamente sempre di corsa, al Campo estivo di luglio organizzato in una fattoria della provincia. Un saluto veloce, un occhio ai rispettivi pargoli e all'orologio. In serata altro giro, altri cordialissimi saluti, e stavolta individui, mentre tenti di afferrare i tuoi di figli che schizzano qua e là come trottole, la mamma che vedevi alla settimana di Campus estivo al centro di inglese in cui avevi strategicamente piazzato uno dei due bambini a fine luglio.

Insomma, ovunque si vada e si cerchi disperatamente un aiuto in questa estate non per tutti vacanziera, si scopre una comunità di mamme tra loro sconosciute ma unite dalla disperazione e dal dilemma stagionale: dove posizionare i ragazzetti se le ferie non ce le hai? E le mamme sono sempre le stesse.

E sempre di fretta. Piscina, fattoria, Centro di inglese, Cre dell'oratorio. Gli spazi cambiano, ma il gruppo mammesco non fa che vagare da una proposta all'altra sperando che, differenziando l'offerta, diminuisca il senso di colpa. E in mancanza di scuole, nonne e baby-sitter, si passa al prossimo dilemma: ma la prossima settimana che si fa?

Con la mamma della pupetta di 3 anni che esce sconfortata dalla piscina. «Sua figlia è la più piccola di tutta la stagione» le annuncia soddisfatto il responsabile del centro. Lei lo guarda ma non sorride alla frase. Non l'ha presa come un complimento.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata

Tags