Lunedì 28 Ottobre 2013

Sempre più poveri

Dopo cinque anni, la crisi è sempre un'emergenza. Lo dicono i dati del Fondo famiglia-lavoro della Caritas diocesana bergamasca. Siamo solo alla fine di ottobre, ma le persone ascoltate sono già 819 rispetto alle 679 dell'anno scorso. «Siamo partiti nel 2009 – spiega don Claudio Visconti, direttore della Caritas diocesana -, con l'idea di chiudere questa iniziativa del Fondo entro un paio d'anni. Ma la situazione col tempo è peggiorata». Rispetto al 2009 le richieste d'aiuto sono quasi raddoppiate. «Più di tutto – sottolinea don Claudio – manca il lavoro, continuano ad arrivare notizie di fabbriche che chiudono».

E non è soltanto questo: nella vita quotidiana la gente sente la fatica in molti modi, e a soffrirne sono soprattutto le persone più fragili, quelle che non hanno una rete familiare su cui contare, né competenze e flessibilità tali da riuscire a ritrovare un posto dopo essere stati «tagliati fuori». «La situazione – aggiunge Ivano Stentella, vicedirettore Caritas – si è talmente incancrenita che difficilmente chi cade riesce a risollevarsi».

Gli immigrati restano la maggioranza delle persone che chiedono aiuto, ma anche gli italiani aumentano, sono arrivati circa al 30% del totale.

Continua a leggere qui

a.ceresoli

© riproduzione riservata

Tags