Lunedì 09 Giugno 2008

Euro 2008/ Domani Spagna-Russia, tra pressioni e assenze

Innsbruck, 9 giu. (Ap) - Colpita da assenze importanti nei ruoli chiave, la Russia dovrebbe puntare a rafforzare la linea di centrocampo nel primo match del girone D di Euro 2008 contro la Spagna, in programma domani alle 18 nello stadio di Innsbruck. Il ct Guus Hiddink deve rinunciare a due uomini fondamentali nelle qualificazioni come gli attaccanti Pavel Pogrebnyak, tornato a casa per infortunio, e Andrej Arshavin, squalificato. "Pogrebnyak e Arshavin sono due giocatori che possono fare la differenza in campo - ha spiegato il ct della Russia Guus Hiddink - e a livello europeo sanno come comportarsi. E' come se avessimo perso sangue, molto sangue. E' facile lamentarsi per questo e prenderlo come una scusante, ma i giocatori in campo sono gli unici a poter fare la differenza". A lui ha fatto eco il probabile capitano della formazione, Sergei Semak. "Sappiamo che la Spagna è famosa per le sue improvvisazioni, noi dovremmo giocare compatti, senza lasciare spazi". Sul versante spagnolo, la squadra non sottovaluta l'impegno contro la Russia e il ct Luis Aragones chiede di non lasciarsi sopraffare dalle aspettative cresciute intorno alla squadra. "Se lavoriamo duro - ha spiegato il commissario tecnico - non c'è motivo di pensare ad una sconfitta. Villa e Torres sono giocatori veloci, con molte qualità e possono finalizzare senza problemi. Sarà difficile per la Spagna giocare senza segnare". Vincere domani sarà fondamentale e anche l'ala Santi Cazorla afferma: "Portare a casa un buon risultato nel primo incontro regala alla squadra sempre motivazione e fiducia, una sconfitta invece potrebbe aprire una serie di crepe all'interno del gruppo e complicare le cose. Sarà un match davvero importante, ma lavoriamo con calma, per fasi, passo dopo passo".

CAW

© riproduzione riservata

Tags